ROERO DAYS 2018: una vetrina di vini e territorio al Castello di Guarene. - Storie di Cibo
Regina Colomba 2018: la corona alla Pasticceria Posillipo Dolce Officina
29 Marzo 2018
La biodiversità in cucina: Stefania Pinna ci scrive!
6 Aprile 2018

ROERO DAYS 2018: una vetrina di vini e territorio al Castello di Guarene.

Roero Days 2018: il Roero quest’anno gioca in  casa, tra vigne, libri e castelli.

In un fitto porgramma di degustazioni, incontri, laboratori gastronomici e viaggi alla scoperta dei manieri e dei paesaggi del Roero, il consorzio di tutela del roero si impegna a far conoscere non solo le più prestigiose etichette delle denominazioni Roero e Roero Arneis ma anche affascinanti castelli, libri e un autobus che guiderà appassionati e turisti alla scoperta dei paesaggi ricamati di vigneti di questo angolo del Piemonte.

Tra le tappe principali vi sono: il Castello di Monteu Roero, aperto al pubblico dalla famiglia Berta, la Fiera dei Libri di Montà e le località di Canale e Borbore di Vezza d’Alba.

Spiega Francesco Monchiero, presidente del consorzio di Tutela:

Per questa edizione abbiamo scelto di accendere i riflettori sul nostro territorio, portando direttamente nella zona del Roero professionisti e appassionati giunti anche da oltre confine.

Giocando in casa possiamo far conoscere i diversi aspetti della nostra zona di produzione, dai castelli ai sentieri tra i vigneti, dalle eccellenze gastronomiche alla ricca attività culturale che ci contraddistingue.

Roero Days diventa così l’occasione per fare sistema e raccontare al meglio il nostro bell’angolo di Piemonte”.

L’evento tiene a battesimo anche un’altra importante iniziativa del Consorzio di Tutela: il Progetto dei “Sentieri del Vino”, i “Sentieri MGA”, ovvero delle Menzioni Geografiche Aggiuntive della Docg Roero.

Ed è anche l’occasione per coinvolgere gli chef e i ritoranti della zona a proporre gli Arneis e i Nebbiolo al calice.

Uno tra questi chef, un ambasciatore per il roero da anni, è lo stellato Davide Palluda, dell’Enoteca di Canale: nell’ultima giornata di Roero Days, lunedi 9 aprile , viene presentato il libro su di lui “Davide Palluda. Un paesagio in un cuoco del Roero”.

Sarà possibile acquistare il biglietto d’ingresso ai Roero Days e prenotarsi per i laboratori sul sito www.consorziodelroero.it o direttamente all’ingresso.

Storie di cibo presente, e pronti a degustare 😉

Questo l’elenco dei produttori del Roero (appartenenti al consorzio tutela) presenti con il loro banco d’assaggio:

1.Abbona Marziano; 2. Giovanni Almondo 3. Antica Cascina dei Conti di Roero 4. Bajaj 5. Baracco 1871 6. Giacomo Barbero 7. Fabrizio Battaglino 8. Battaglio 9. Bordone Giuseppe 10. Bricco del Prete 11. Bruno Franco 12. Ca’di Cairé 13. Calorio F.lli 14. Cantine Povero 15. Careglio Pierangelo 16. Cascina Ca’ Rossa 17. Cascina Chicco 18. Cascina Ciapat 19. Cascina del Pozzo 20.Cascina Fiorenza 21. Cascina Fornace 22. Cascina Lanzarotti 23. Cascina Marchisio 24. Cascina Pellerino 25. Cascina Val del Prete 26.Casetta F.lli 27. Chiesa Carlo 28.Cornarea 29.Matteo Correggia 30.Costa Catterina 31. Mario Costa 32. Nino Costa 33. Deltetto 34. Demarie 35. Destefanis Federico 36. Fontanafredda 37. Francone 38. Frea Lorenzo e Giovanni 39. Filippo Gallino 40.Generaj 41. Isnardi Ernesto 42. Le More Bianche 43. Maccagno Livio 44.Malabaila 45. Malvirà 46.Marchisio 47. Marsaglia 48.Massucco 49.Monchiero Carbone 50.Morra Stefanino 51. Negro Angelo e Figli 52. Nizza Silvano 53. Nota Giuliano 54. Marco Novo 55. Alberto Oggero 56.Pace 57. Palazzo Rosso 58.Pelassa Daniele 59.Pinsoglio Fabrizio 60.Poderi Moretti 61. Poderi Vaiot 62.Ponchione Maurizio 63. Marco Porello 64.Rabino F.lli 65.RiDaRoca 66.Roagna Giuseppe 67.Rosso Francesco 68.Sandri Paolo 69.Enrico Serafino 70.Taliano Michele 71. Tenuta Carretta 72. Tibaldi 73. Valdinera 74.Valfaccenda 75. Giacomo Vico
Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto