5 cocktail ispirati a film: bartender e ricette - Storie di Cibo
Fusillo lucano agli spinaci: videoricetta di Barolino Chef
16 Novembre 2020
La Rossa 2021 esce: con quali criteri?
18 Novembre 2020

5 cocktail ispirati a film: bartender e ricette

Cocktail ispirati a grandi film: i bartender si lasciano guidare.

Le ricette di alcuni drink nati sulla scia di scene cinematografiche.

L’universo del cinema sembra essere molto legato a quello della mixology.

Basti pensare alla serie di film di James Bond e alle innumerevoli e spesso memorabili sequenze ambientate in cocktail bar di tutto il mondo.

E anche in privato attori e attrici amano ritornare in certi locali e chiedere “il solito”.

Alcuni barman si sono lasciati ispirare da film e da scene, e hanno creato dei cocktail da Oscar! 

Ecco quelli che abbiamo selezionato noi:

  1. Mr. Wolf Time – ispirato a Pulp Fiction
  2. Profumi di Trinacria – ispirato a Il Gattopardo
  3. Spidey Parker – ispirato a Spider Man
  4. Recovers Talent n°23 – ispirato a Space Jam
  5. Willy Wonka – ispirato a Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato

1- MR. WOLF TIME 

Un drink ispirato a Pulp Fiction di Quentin Tarantino.
BARTENDER:  Antonio Laselva, bartender e titolare del Malidea a Polignano a Mare (Bari)

Una scena del film ‘Pulp Fiction’, in particolare, ha stuzzicato la fantasia del bartender pugliese Antonio Laselva, quella in cui Tarantino stesso, nei panni di Jimmie, accoglie con un buon caffè, in una situazione molto scomoda, i due gangster interpretati da John Travolta e Samuel L. Jackson.

I due attendono il salvifico Mr. Wolf, che risolverà il loro problema e, prima del suo arrivo, Jimmie offre loro un caffè a detta di tutti di grande qualità. Da qui l’uso del caffè nel drink, per un twist sul classico Espresso Martini.

Lo stesso Mr Wolf – Harvey Keitel ne apprezzerà il profumo, chiedendo una aggiunta di panna e zucchero.

Da qui Laselva ha immaginato il caffè speciale di Polignano a Mare, a base di panna e amaretto e al caffè leccese con latte di mandorla, impersonificato dal suo Falernum, un macerato caraibico in rum a base di agrumi, zenzero, chiodi di garofano e mandorla.
Il tutto con il gin preferito dal barman come base del drink, il Seven Hills Italian Dry Gin, con le sue note vegetali sgrumate e speziate che si legano con le note del caffè 100% arabica che sprigiona sentori di bergamotto, sciroppo di acero e pandolce e un tocco di vodka infuso con lo stesso caffè usato per il drink e quindi per la moka.

Un drink che sprigiona nel bicchiere la famosa ospitalità pugliese, uno dei punti cardine anche del brand italiano Seven Hills Gin.

INGREDIENTI:

  • 4 cl Seven Hills Italian Dry Gin
  • 1 cl Our Vodka Berlin infusa al caffè
  • 3 cl caffè 100% arabica estratto in moka con acqua di cocco
  • 1 cl sciroppo di zucchero 2:1
  • 1,5 cl Falernum
  • Gocce di bitter a base di agrumi e spezie

Bicchiere: Nick&Nora

Garnish: mandorla tostata
PREPARAZIONE:
  • Versare in uno shaker il caffè, quindi lo zucchero e il Falernum,
  • mescolare e versare il Seven Hills Gin e la vodka al caffè.
  • Aggiungere del ghiaccio nello shaker e agitare per raffreddare e miscelare tutti gli ingredienti,
  • quindi versare il tutto nel bicchiere precedentemente raffreddato.
  • Aggiungere qualche goccia di bitter e guarnire con una mandorla tostata.

2- PROFUMI DI TRINACRIA

Drink ispirato al film ‘Il Gattopardo‘, di Luchino Visconti, 1963

BARTENDER: Riccardo Martellucci, barman di QVINTO a Roma

Drink ispirato al film Il Gattopardo, di Luchino Visconti, girato nella Sicilia risorgimentale ambientato all’epoca della spedizione dei Mille. Il barman Riccardo Martellucci parte da questo spunto storico e realizza un twist, una rivisitazione di uno dei drink più celebri dell’aperitivo italiano: “Il Garibaldi”, nato per omaggiare l’eroe dei due mondi.

L’intenso colore rosso del drink ricorda il colore delle camicie dei volontari reclutati da Garibaldi per l’Unità d’Italia, mal visti da Don Fabrizio, principe di Salina, che assiste impassibile al proprio, inesorabile declino, dovuto alla rapida ascesa della classe borghese.

L’omaggio alla terra siciliana si esplicita grazie all’uso delle sue arance, sapore predominante del cocktail che si sposa squisitamente con le caratteristiche organolettiche del Goslings Black Seal Bermuda Black Rum, che a sua volta dona vivacità al drink, grazie alle sue note speziate.

Profumi di Trinacria è composto unicamente da succo d’arancia e bitter, quindi per dare una nota amaricante al cocktail, Martellucci, realizza una spuma utilizzando il Bitter Pallini, le cui note di genziana e arancia amara sprigionano un sapore vivace al tutto.

Un drink realizzato in collaborazione con il collega Alessio Navacci, con cui condivide il bancone e una fornita bottigliera nel ristorante QVINTO, nel bel parco di Tor di Quinto, in zona Roma Nord: un ristorante con griglia, pizzeria, ampio dehors con terrazza per aperitivi ed eventi.

INGREDIENTI:

  • 6 cl Goslings Black Seal Bermuda Black Rum
  • 6 cl spuma di Bitter Pallini
  • 3 cl Oleo saccarum alle scorze d’arancia
  • 2 cl succo di limone
  • 3 cl succo di arancia

Bicchiere: da cognac o ballon senza stelo
Garnish: scorza di arancia

PREPARAZIONE:

  • Versare in uno shaker e miscelare il Goslings Black Seal Bermuda Black Rum, l’oleo saccarum alle scorze d’arancia e i succhi di limone e di arancia.
  • Dopo una shakerata vigorosa, filtrare il composto all’interno del bicchiere di servizio e versare del ghiaccio.
  • Adagiare delicatamente la spuma di Bitter Pallini sopra il cocktail con uno zest di arancia.
  • Per realizzare la spuma di Bitter Pallini, sciogliere della gelatina a fuoco moderato con un pò d’acqua e, una volta sciolta, versare il Bitter amalgamando bene il tutto.
  • Versare quindi il composto ben miscelato nel sifone e caricarlo con una capsula per panna.
  • Per realizzare l’oleo saccarum alle scorze di arancia: tagliare la buccia di arancia senza la parte bianca per non conferire il sapore amaro e metterle a contatto con lo zucchero in grani, in modo che le le bucce rilasciano tutti i loro oli essenziali nello zucchero.

3- SPIDEY PARKER

Un drink ispirato al personaggio di SPIDER MAN nel film “Avengers: Endgame”, di Anthony e Joe Russo, 2019

BARTENDER: la crew de I MAESTRI DEL COCKTAIL

Il compianto Stan Lee raccontava che l’idea dell’Uomo Ragno gli venne osservando una mosca camminare sul muro. Pensò a un ragazzino in grado di arrampicarsi ovunque.

Giocando su queste caratteristiche e la giovane età, è nato ‘Spidey Parker’, rispettivamente soprannome e cognome dell’eroe.

Un drink di bassa gradazione, che si richiama anche alla tradizione della ‘mosca’ nell’anice, il chicco di caffè. Il tutto al sapore di Mistrà realizzato dalla romana Pallini, perfetto come digestivo, ma anche, come in questo caso, ingrediente ideale per la miscelazione nei cocktail.

Un prodotto al 100 per cento naturale, senza zucchero, derivato da tre distillazioni e con 7 tipi di anice differenti, tra cui lo stellato, il verde e, in più, a impreziosirlo, il finocchio.

Un drink realizzato dal team de I Maestri del Cocktail (Giampiero Francesca, Carlo Dutto e Massimo Macrì), ‘fautori’, tra gli altri, del programma tv Drink Me Out su La7d e dell’app gratuita Guida BlueBlazer ai migliori cocktail bar d’Italia.

INGREDIENTI:

  • 40 ml Mistrà Pallini
  • 20 ml succo di lime
  • Fill di Gosling’s Ginger Beer

Bicchiere: Tumbler alto (meglio se squadrato)
Garnish: chicco di caffè

PREPARAZIONE:

  • Versare direttamente nel bicchiere il lime juice, il Mistrà Pallini,
  • riempire di ghiaccio fino all’orlo e versare la Gosling’s Ginger Beer.
  • Mescolare con un cucchiaino da bar e servire, guarnendo con un chicco di caffè.

4- RECOVERS TALENT N°23

Drink ispirato al film “Space Jam”, di Joe Pytka, 1997
BARTENDER: 
Rocco Ronzini del quanto basta di Lecce

Il drink si ispira al divertente film che vede protagonisti le star animate della Warner Bros., i Looney Tunes, affiancate alla stella numero 23 dei Chicago Bulls, Michael Jordan.

In questa rocambolesca pellicola i campioni si ritroveranno, dopo divertenti vicissitudini, a giocare forse la partita più importante della loro vita, per recuperare i talenti rubati da alcuni malefici mostriciattoli ad alcuni campioni dell’NBA, tra cui proprio il numero 23 dei Chicago.

Jordan, aiutato da Bugs Bunny e company, segna un canestro all’ultimo secondo, vincendo la partita e riconquistando la bravura dei campioni. 

Recovers Talent N° 23 si fonde totalmente con le emozioni del film. 

Seven Hills Italian Dry Gin, con la sua freschezza unito al liquore al carciofo Cynar, al Limoncello Pallini, vincitore della Medaglia d’Oro allo Spirit Selection del Concours Mondial de Bruxelles 2020 e alla vaporizzazione di Pernod e Angostura, regala fresche e adrenaliniche emozioni degne di un canestro all’ultimo secondo!

INGREDIENTI:

  • 4 cl Seven Hills Italian Dry Gin
  • 1,5 cl Limoncello Pallini
  • 2 cl liquore Cynar

Bicchiere: coppa
Garnish: vaporizzazione Pernod e Angostura mix

PREPARAZIONE:

  • Con la tecnica dello shake and strain, versare tutti gli ingredienti in uno shaker,
  • shakerare vigorosamente e
  • versare, filtrando, in una coppetta ghiacciata.

5- Willy Wonka

Drink ispirato al film ‘Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato‘ di Mel Stuart, 1971

BARTENDER: Alessio Navacci, barman di QVINTO a Roma

Il barman di QVINTO a Roma, Alessio Navacci, ha elaborato questo drink dal gusto caldo, fruttato e deciso, perfetto per il periodo autunnale e invernale.
L’Ezra Brooks Straight Rye Whiskey, distribuito in Italia da Pallini, gioca un ruolo fondamentale nel drink per la sua rotondità che si esprime in un connubio perfetto sia con la banana che con l’anice e il caffè, conferendo al tutto carattere e tenacia.
Al palato si percepisce subito una texture avvolgente, grazie alla complicità dell’osmosi alla banana, per poi lasciare spazio all’aroma del caffè, con la pungenza dell’anice.
Il lime corregge e bilancia gli ingredienti esaltandoli perfettamente e, per ottenere eleganza e piacevoli cenni di amarezza durante la bevuta, il bicchiere viene immerso per metà in un bagno di cioccolato fondente, per far felici gli Oompa Loompa!
INGREDIENTI: 
  • 60 ml Ezra Brooks Straight Rye Whiskey
  • 30 ml osmosi di banana
  • 30 ml succo di lime
  • 10 ml essenza di anice e caffè
  • Cioccolato fondente
  • Lime disidratato

Bicchiere: coppa alta

PREPARAZIONE:

  • Preparare l’osmosi di banana, con 150 gr di zucchero bianco, 130 gr di banana fresca e 0,5 gr di acido citrico.
  • Lasciare il composto sottovuoto a riposare per 24 ore,
  • quindi filtrarlo e versare in una bottiglia con il tappo ermetico.
  • Per la preparazione dell’essenza di anice e caffè, lasciare macerare per 24 ore 10 gr di caffè in grani e 4 stelle di anice su 200 ml di vodka, filtrando accuratamente tutto a fine processo.
  • Versare i preparati un uno shaker e completare il drink con la tecnica shake&strain.

Storie di cibo in versione 007 alla ricerca di nuove ricette!

Photo Credit:
  • I MAESTRI DEL COCKTAIL Drink : Giovanna di Lisciandro
  • I MAESTRI DEL COCKTAIL Crew: Andrea Di Lorenzo / Alberto Blasetti
  • QVINTO: Miro Caruso
Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto