A scuola di vini francesi - Storie di Cibo
Una accademia delle Intolleranze
16 Ottobre 2018
Charity dinner stellata: stelle in cucina, sul Lago e nel piatto!
19 Ottobre 2018

Al via un nuovo corso di degustazione che Go Wine promuove nella città di Torino.

Si tratta di un corso di approfondimento, dedicato ai vitigni francesi, e si svolgerà di mercoledì a partire dal 24 ottobre.

Protagonisti delle lezioni cinque grandi vitigni francesi che, per le loro qualità e la loro adattabilità, sono presenti in tante parti del mondo.

Vitigni autoctoni francesi o vitigni internazionali… Al di là delle definizioni, ogni serata si propone di approfondire le caratteristiche del vitigno, la sua storia e la sua evoluzione dapprima nella viticoltura francese. Con l’assaggio si scopriranno etichette prodotte anche in altri paesi del mondo, per poi giungere in Italia e conoscere come tali vitigni sono stati introdotti ed assaggiare interpretazioni significative.

E’ un corso di approfondimento, si rivolge pertanto a coloro che già possiedono una discreta capacità di degustare il vino e riconoscerne le qualità organolettiche, o per semplice conoscenza personale o per aver già frequentato corsi di avvicinamento alla degustazione.

Il programma si sviluppa attraverso cinque lezioni serali.

Per ciascun vino si effettuerà l’analisi visiva, olfattiva e degustativa, privilegiando anche alcuni aspetti socio-economici che riguardano il contesto in cui i vini si sono affermati, per fornire un mix di conoscenza e piacevolezza che possa fare apprezzare sempre di più la cultura del vino.

Il programma dettagliato è il seguente:

Prima serata: mercoledì 24 ottobre – ore 20.30 – CHARDONNAY

Originario della Borgogna è coltivato in tutte le principali aree viticole del mondo. Le sue qualità e la sua elevata adattabilità ne fanno in assoluto uno dei vini più conosciuti. E’ utilizzato anche per la produzione di spumanti di grande qualità, a cominciare dallo Champagne in Francia.  Il percorso di approfondimento riguarderà la sua presenza in Francia, due etichette in due diverse parti del mondo e tre espressioni in Italia. Degustazione di 6 vini.

Seconda serata: mercoledì 7 novembre – ore 20.30 – SAUVIGNON

Chiamato anche Sauvignon blanc, pare che il nome derivi dalla parola francese “sauvage” (selvaggio). Ha origini dalla zona di Bordeaux e la sua marcata impronta varietale lo rende uno dei vini bianchi in assoluto più riconoscibile. Come per lo chardonnay, dopo una presentazione iniziale, la degustazione spazierà dalla Francia ad altri continenti, per poi approdare in Italia e in particolare in Friuli e Alto Adige, fra le regioni in cui inizialmente è stato coltivato, e con eccellenti risultati. Degustazione di 6 vini.

Terza serata: mercoledì 14 novembre – ore 20.30 – CABERNET SAUVIGNON

Originario della regione francese di Bordeaux è tra i vitigni più diffusi al mondo, grazie anche alla sua grande adattabilità. Le qualità nel calice lo rendono molto ricercato sui mercati internazionali e assai conosciuto. Approfondiremo le sue caratteristiche, degusteremo alcuni campioni, secondo il medesimo percorso: Francia, due espressioni nel mondo e tre etichette in Italia. Carattere, suoli e stili di vinificazione a confronto. Degustazione di 6 vini.

Quarta serata: mercoledì 21 novembre – ore 20.30 – MERLOT

Anche il merlot fa parte della nidiata di vitigni che i Bordolesi hanno tratto e poi reso celebri in tutto il mondo. Si integra a meraviglia con il Cabernet sauvignon. Nella serata ne conosceremo il carattere e alcune espressioni, valorizzando le sue doti di adattabilità e i sentori di frutto che lo caratterizzano. Degustazione di 5 vini.

Quinta serata: mercoledì 28 novembre – ore 20.30 – PINOT NOIR

La sua origine è legata alla Borgogna, ma è presente anche nella regione di Reims. Nobile ed elegante, difficile da interpretare. Sono alcune delle definizioni che lo accompagnano. Ne approfondiremo la conoscenza dalla Borgogna, in alcuni espressioni nel mondo e poi in Italia, senza trascurare la versione spumante, che ne valorizza la versatilità. Degustazione di 6 vini.

Il costo di partecipazione è di € 170 e l’iscrizione deve essere fatta contattando l’indirizzo: ufficio.corsi@gowinet.it

 

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto