Al Filo per salutare l'estate a 4 mani - Storie di Cibo
Monza Wine Experience: brianzolo di-vino
8 Settembre 2020
Cortina, regina del gusto delle Dolomiti
11 Settembre 2020

Al Filo per salutare l’estate a 4 mani

Al Filario Hotel Eugenio Boer per una cena di saluto all’estate tutta italiana 

Domenica 13 settembre il resident chef dell’albergo lariano, Alessandro Parisi, ospiterà il patron del ristorante milanese [bu:r] per un viaggio culinario a 4 mani 

Una cena di commiato all’estate all’insegna delle tipicità regionali italiane in un momento in cui la valorizzazione del territorio e delle sue eccellenze, in questo caso quelle enogastronomiche, è più che mai necessario.

Nasce da questo comune intento la quattro mani che, domenica 13 settembre, a partire dalle ore 20.00, sulla terrazza panoramica del ristorante Filo, all’interno del Filario Hotel &Residences di Lezzeno, sul Lago di Como, vedrà protagonisti il resident chef Alessandro Parisi e il collega Eugenio Boer, chef e patron del milanese [bu:r].

Il giovane Parisi, di origini campane, aprirà le porte della sua cucina all’illustre ospite italo-olandese per offrire non solo ai clienti dell’albergo, ma anche ai visitatori esterni, un esclusivo menù degustazione di 7 portate.

Un percorso in grado di condensare in sé ingredienti e sapori caratteristici di varie regioni del Belpaese, in un vero e proprio viaggio culinario da Nord a Sud.

Milano-como passando per l’Italia: ecco il menu della serata

Panzanella dalla Sicilia alla Toscana
(Eugenio Boer)

Croccante al finocchietto, mousse di burrata,lampascioni e gambero rosso
(Alessandro Parisi)

Linguine in crema d’aglio, spuma al prezzemolo e alici di Cetara
(Alessandro Parisi)

Risotto mantecato al burro affumicato al fieno,robiola di Roccaverano, polline e lavanda
(Eugenio Boer)

Baccalà, peperoni, patate e olio alla menta
(Alessandro Parisi)

Pistacchio, mandorle, limone, cioccolato di Modica, caffè e capperi
(Eugenio Boer)

Rimedio della nonna
(Eugenio Boer)

Lo chef Boer, che abbiamo incontrato prorpio nel periodo lockdown con una diretta, ci aveva anticipato una scelta di ripartenza Made in Italy al 100%:

“Per il nuovo corso del mio ristorante dopo il lockdown ho scelto con convinzione un menù 100% italiano, realizzato interamente con prodotti nostrani, con l’obiettivo di omaggiare alcune delle grandi ricette della tradizione.

Nel mio DNA c’è l’Olanda, ma il mio cuore è tutto per l’Italia! Mai come adesso dobbiamo ripartire dal nostro bel Paese e su questo punto con lo chef Parisi abbiamo trovato una perfetta sintesi”.

Lo chef Parisi realizza una cucina mediterranea:

“Sono davvero onorato di poter collaborare con Eugenio.

In linea con il mio background, la mia è una cucina prevalentemente di pesce, dominata dalla freschezza dei sapori e profumi del Mediterraneo.

Proprio su questi ci siamo concentrati, spaziando tra ricette, ingredienti e tecniche delle varie regioni italiane”.

Il menù della cena, per un totale di 7 portate, avrà un prezzo di 120 €, vini in abbinamento inclusi.

Per info e prenotazioni: tel. 031 914035 ; e-mail filorestaurant@filario.it

Una nota sulla location:

è possibile anche soggiornare in una delle stanze vista lago, tutte con un panorama mozzafiato.

Per quanto riguarda la ristorazione, al di là della cena a 4 mani, in hotel ci sono due possibilità:

  • quella easy del bar-ristorante in spiaggia, per pranzi o apertivi, che propone un menù di pizze gourmand e tartare di pesce, da accompagnare con un vino fresco o con un cocktail per mano del barman Luciano
  • il ristorante gourmand dello chef Alessandro Parisi, con piatti quali il Carpaccio di capasanta, burro di nocciola, prezzemolo croccante e tartufo, o la Palamita con fagiolini, san marzano confit, bufala e olio al basilico, o la più partenopea pasta al ragù.

Arrivederci alla cena Parisi-Boer…vi racconteremo!

 

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto