Cucina d'autore all'Ambasciata del Gusto: per me sfumature di riso.
Una 4 luppoli bio nel cestino del pic-nic: il birrificio Angelo Poretti colpisce ancora!
14 Settembre 2017
Un vino che Vale la Pena degustare!
21 Settembre 2017

Ambasciata del gusto 2017

Cucina d’autore all’Ambasciata del Gusto: per me sfumature di riso!

Anche quest’anno ho voluto partecipare ad uno dei week end all’Ambasciata del Gusto.

Mi permetto di dire di averla vista nascere, da quando con grande onore ho partecipato all’inaugurazione con lo chef Carlo Cracco (https://www.storiedicibo.it/accademia-del-gusto-cracco-una-ambasciata-del-gusto/).

Sabato corso sono stata ospite della cena “Sfumature di riso” dove protagonista indiscusso è stato appunto il riso della Riserva San Massimo, accompagnato da preziosi prodotti del territorio e da ottimi vini della Cantina Rovellotti.

Lo chef Alessandro Manzetti ha saputo, con la collaborazione di una valida e giovanissima brigata, esaltare i sapori in modo prezioso, dall’antipasto al dolce, con queste quattro sfuature di riso appunto:

trota affumicata con spuma di caprino e riso croccante; Risotto mantecato al gorgonzola e nocciole; Bocconcini di vitello al vino rosso con riso alla creola; Dolce: sformatino di riso con gocce di cioccolato e coulis di lamponi.

Nel video intervista ho voluto sia Dino Massignani, anima pulsante della riserva San Massimo, e Paolo Rovellotti fondatore insieme al fratello dell’omonima cantina di Ghemme (NO).

E allora lasciatemi raccontare di questo progetto, che nei week end fa scoprire una location di tutto rispetto, storica e riportata in vita dal cibo!

La partnership tra l’Associazione Maestro Martino, il Comune di Abbiategrasso, il Parco del Ticino e le aziende agricole del territorio è ormai consolidata e a quanto pare ogni anno a settembre riparte il progetto didattico che dal 2015 ad Abbiategrasso promuove la cultura del territorio e il made in Italy attraverso la Cucina d’Autore.

Pertanto anche quest’anno l’Ambasciata del Gusto promuove presso l’ex Convento dell’Annunciata di Abbiategrasso corsi e attività aperte dedicate agli studenti, ai professionisti e al pubblico di famiglie e foodlover, che hanno così la possibilità di imparare attraverso showcooking e laboratori di cucina e di degustare i prodotti anche in presenza dei produttori.

Il progetto ha come focus l’alimentazione sana e consapevole attraverso la conoscenza e l’utilizzo dei prodotti del territorio, per una sostenibilità delle aziende agricole locali. Del resto la valorizzazione del prodotto enogastronomico italiano attraverso la cucina d’autore, l’alta formazione e il rafforzamento della filiera tra agricoltura, ristorazione e paesaggio/turismo, sono da sempre gli obiettivi primari dell’Associazione Maestro Martino presieduta dallo chef Carlo Cracco.

Le principali novità rispetto alle precedenti edizioni sono:

  • Il territorio: il territorio di riferimento per le eccellenze agroalimentari di questa edizione non si limita al solo Parco del Ticino versante lombardo, ma comprende tutti i territori bagnati dal fiume Ticino, da quello montano in Svizzera, al Piemonte, fino alla Lombardia. L’intento è valorizzare Abbiategrasso come punto strategico di connessione tra questi territori e, attraverso il Naviglio Grande, la città di Milano.
  • La didattica: quest’anno, il corso per studenti è sviluppato in collaborazione con l’Istituto di Istruzione Superiore Alberghiero “E. Maggia” di Stresa, ai quali allievi di cucina e sala l’Ambasciata offre gratuitamente un’esperienza formativa fortemente legata al territorio del Ticino. In questa edizione, inoltre, i giovani selezionati sono seguiti per l’intera durata del percorso formativo da un docente coach di riferimento, lo chef Alessandro Manzetti.
  • Il ristorante didattico: legato ai moduli didattici nei quali gli studenti , il ristorante, sarà in funzione in due format: le cene del sabato sera, in cui i posti saranno limitati e vi si potrà partecipare soltanto su prenotazione; la domenica, con i cestini gourmet dello chic-nic e la nuova formula della merenda dedicata alle famiglie.
  • La scuola di cucina per il pubblico: la parte didattica dedicata al pubblico avrà quest’anno un focus particolare sulle famiglie. I corsi hanno come scopo non soltanto la preparazione di menù per il pranzo, ma anche di merende per i bambini. L’obiettivo dei laboratori è promuovere, attraverso la cucina, il consumo responsabile degli ingredienti del territorio, per una sana alimentazione e la sostenibilità delle aziende agricole locali.

Confermata la formula dello chic-nic, con i cestini gourmet preparati dai ragazzi del ristorante didattico, da consumare nel chiostro del’500 oppure nel refettorio affrescato all’interno dell’ex Convento, e il brunch con taglieri di formaggi e salumi del Consorzio del Parco del Ticino, il tutto accompagnato e valorizzato da vini delle cantine partner del progetto.

Nelle domeniche in programma si alterneranno Lorenzo Lavezzari con il maestro giapponese Haruo Ichikawa, Sabrina Tuzi, Lucia Tellone, Sara Preceruti, Fabiana Scarica e Paolo Griffa.

Anche quest’anno saranno ospiti all’Annunciata gli chef di Elior Excellence, azienda leader nel settore della ristorazione collettiva: sessanta cuochi professionisti provenienti da tutta Italia lavoreranno insieme per creare tre menù originali dedicati al Parco del Ticino.

I cuochi incontreranno i produttori e andranno a visitare le aziende di eccellenza del territorio, per poi dedicarsi alla realizzazione dei piatti con gli ingredienti selezionati dal tutor, l’esperto gastronomo Toni Sarcina, illustrando al pubblico le loro creazioni in showcooking e degustazioni per il pranzo del sabato.

Insomma, non mi resta che consigliarvi vivamente un’esperienza di questo tipo…affrettatevi perché c’è tempo solo fino a fine ottobre!

 

Nello specifico l’Ambasciata del Gusto è aperta al pubblico secondo questo calendario, con un programma dettagliato disponibile sul sito www.ambasciatadelgusto.it :
il sabato, nei 23, 30 settembre e 7 ottobre, per le seguenti attività:

  • alle 12.00, per lo showcooking dei cuochi Elior
  • la sera dalle ore 20.00 con il ristorante didattico, con formula cena a posti limitati, disponibile esclusivamente su prenotazione

la domenica, nei giorni 24 settembre, 1 e 8 ottobre, durante le quali l’attività dell’Ambasciata prevede i laboratori di cucina aperti a tutti, incontri con i produttori, showcooking degli chef ospiti, lo chic-nic, il brunch e la merenda dedicata alle famiglie.

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto