Alta Cucina a Palazzo Marino con Le Soste e i grandi chef - Storie di Cibo
Il Magna Pars di Milano riapre a fine agosto
24 Giugno 2020
Yoji Tokuyoshi in terrazza a Eataly Lingotto
27 Giugno 2020

Il 30 giugno 2020 a Palazzo Marino si celebra l’alta cucina e l’importanza della scelta delle materie prime.

Una conclusione (momentanea!) al progetto “del fresco” lanciato a dicembre e sviluppato negli scorsi mesi, nonostante il lockdown.

A suggellare il Protocollo d’Intesa siglato lo scorso dicembre tra Sogemi, Comune di Milano e Associazione Le Soste, il 30 giugno, ore 11.00 verrà lanciato il piano di iniziative legate alla valorizzazione del fresco nella ristorazione d’eccellenza.

L’evento sarà trasmesso in diretta Facebook dalla Sala dell’Orologio di Palazzo Marino sui canali di Associazione Le Soste, Sogemi_Foody e Food Policy di Milano e interverranno:

  • Anna Scavuzzo, Vicesindaco di Milano delegata alla Food Policy,
  • Claudio Sadler, Presidente Le Soste,
  • Cesare Ferrero, Presidente Sogemi,
  • Carlo Cracco, membro dell’associazione Le Soste
  • e altri ospiti.

Il protocollo di intesa culturale si inserisce nel quadro delle azioni della Food Policy di Milano, nata nel 2015 per definire le azioni chiave che orientano il rapporto della città con il cibo in un’ottica di equità e sostenibilità.

Un programma che appare di assoluta importanza e contemporaneità nel quadro della situazione causata dal COVID19, dove ogni azione di promozione della cultura enogastronomica risulta fondamentale per la salute stessa dei cittadini.

Foody – Mercato Agroalimentare Milano è un grande patrimonio della città e per la città.

È da qui che Milano si approvvigiona ogni mattina dei prodotti freschi e freschissimi. Il legame del Mercato Agroalimentare con l’alta ristorazione vive nella ricerca costante della qualità, nella garanzia della filiera e della sicurezza, nella promozione delle eccellenze alimentari e del gusto e stile di vita italiano nel mondo.

Nel periodo di lockdown il progetto del fresco si è sviluppato con interviste in diretta agli chef che hanno scelto un prodotto dal mercato del fresco (ortofrutticolo, carne o pesce) e ne hanno parlato, intervistati da noi sui canali Le Soste.

La serie di interviste in diretta si è poi conclusa con una chiacchierata in Galleria Vittorio Emanuele, fronte Ristorante Da Cracco, con lo chef Carlo Cracco, la vicesindaco Scavuzzo e il presidente Sogemi Cesare Ferrero.

Ora il programma prevede 5 appuntamenti organizzati dall’Associazione Le Soste insieme a Sogemi e alla Food Policy di Milano – da realizzarsi nei prossimi mesi – legati a differenti temi che saranno l’oggetto di eventi social e mediatici con gli chef dell’Associazione Le Soste, e tanti attori della città, coinvolti sul tema del sistema alimentare.

Il 30 giugno sarà poi l’occasione per presentare il premio nazionale istituito per dare continuità e promuovere il Protocollo d’Intesa e destinato ad una personalità che si è particolarmente contraddistinta nel contesto della valorizzazione del fresco.

Durante l’incontro Claudio SadlerPresidente dell’Associazione Le Soste, consegnerà il volume Le Soste 2020 e una statuina con il simbolo dell’Associazione realizzata da Emilio Tadini ad Anna Scavuzzo, Vicesindaco di Milano con delega alla Food Policy.

La consegna della nuova edizione de Le Soste 2020 alla Vicesindaco sancisce l’uscita ufficiale del volume che riunisce e racconta con parole e immagini la selezione dei migliori ristoranti di cucina italiana nel nostro Paese e in Europa.

L’editore de Le Soste, Mario Cucci, riesce finalmente a dare forma a tutti i suoi sforzi e lavori legati a questo tema:

“Dopo essere stato costretto a cancellare l’evento di presentazione previsto per lo scorso marzo a causa della situazione creata dalla diffusione del COVID19, sono ora orgoglioso di poter diffondere il volume, già presente in tutti i ristoranti associati, anche alla stampa”.

Quest’anno il volume conta un totale di 93 insegne, con ben 7 nuovi Soci e l’omaggio speciale al Maestro Gualtiero Marchesi − padre fondatore de Le Soste insieme ad altri nomi illustri − con La Terrazza di Tremezzo, sul lago di Como.

Qui lavora come chef executive Osvaldo Presazzi (che abbiamo più volte intervistato e che propprio in occasione della recente riapertura dell’Hotel abbiamo rincontrato e vissuto nei suoi piatti sulla Terrazza!).

Appuntamento quindi a martedi 30 giugno: seguiteci, trasmetteremo in diretta!

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto