Autumnus a Trento: cultura gourmet

Autumnus a Trento.

Evento in città per mettere in rete produttori, chef e appassionati.

Nel fine settimana dal 24 al 26 settembre a Trento si è vissuto in pieno l’autunno.

Un Autunno Trentino in festa, in cui la Pro Loco Centro Storico di Trento, con il suo presidente Marco Lazzeri coadiuvato da decine di volontari.

Un evento ben studiato, ponderato, messo a punto, sia per la struttura che per il periodo in cui viviamo.

L’idea di mettere in rete realtà locali, produttori, chef e ristoratori, di far conoscere i prodotti e diffondere la cultura di questo territorio.

Nel vino, nell’olio, nella storia.

Ecco in scena  Autumnus Città di Trento. I frutti della terra.

Teatro la città di Trento.

Protagoniste le eccellenze e le unicità enologiche gastronomiche, agroalimentari e scientifiche del Trentino.

La manifestazione si è svolta su un’area di 8.000 metri quadrati, da piazza D’Arogno – dove sono state ricostruite la mietitura del frumento, la produzione del grano e la panificazione con l’associazione Panificatori del Trentino – a piazza Duomo, con i padiglioni per le masterclass, e poi ancora Via Belenzani con gli espositori, Palazzo Geremia e Palazzo Roccabruna.

L’obiettivo della Pro Loco Centro Storico di Trento in questo evento è stato duplice:

  • allestire una vetrina delle eccellenze trentine che potesse richiamare l’attenzione a livello nazionale per poter degustare, capire e apprezzare le peculiarità scientifiche attraverso registri e linguaggi di natura diversa
  • essere un importante momento di aggregazione, condivisione, scoperta e divertimento per vivere appieno la città ed il suo centro storico.

Un progetto dai grandi numeri e dal grande risvolto green vista la quasi totale assenza di plastica.

  • 41 espositori, quasi 400 prodotti territoriali in degustazione, più di 80 approfondimenti tematici, scientifici.
  • Poi masterclass, laboratori, degustazioni guidate, convegni.
  • 6 chef all’opera per una cena benefica itinerante nelle sale del Castello del Buonconsiglio.

Tanti i volontari che hanno prestato il loro tempo, come si diceva: 100 persone della Pro Loco coinvolte, sostenute dagli Istituti di tutela, dalle Fondazioni e dalle categorie economiche della città, dai bar e dai ristoranti che hanno aderito con entusiasmo.

E poi un evento di prestigio, sia per la bellezza della location che per la finalità benefica.

La cena con le stelle al Castello del Buonconsiglio, dove abbiamo partecipato a questa kermesse itinerante, simpatica e dinamica, alla scoperta di delizie di chef locali, di prodotti locali, in abbinamento ai vini del consorzio Trento Doc.

Ma questa è tutta un’altra storia e la raccontiamo nel dettaglio in un articolo dedicato!

Grazie Trento, arrivederci!