Bottura e Ducasse: cena a 4 mani a Identità Golose - Storie di Cibo
Il nocciola-day è FICO!
7 Dicembre 2018
Bollicine in festa a Canelli
11 Dicembre 2018

Bottura e Ducasse per Food for Soul a Milano, domani sera MARTEDI 11 DICEMBRE.

Due maestri della cucina uniti da una lunga amicizia, insieme per la loro cena a quattro mani in via Romagnosi 3, a Identità Golose.

Un passato insieme….o meglio iniziato con Bottura a acuola da Ducasse: lo chef italiano infatti rimase quasi un anno al Louis XV lavorando per il maestro francese, e  un aneddoto racconta che al momento di andare via vide ridotto in brandelli il blocco su cui aveva segnato tutti gli insegnamenti appresi e “rubati” in quella cucina.

Le parole che Ducasse gli aveva rivolto:

“La tecnica l’hai appresa, ora devi trovare la tua strada”

quindi ciò che aveva imparato doveva essere dentro di lui, vivo nella sua mente, non nero su bianco in un blocco appunti.

E questa, secondo lo chef dell’Osteria Francescana,  fu la lezione più importante ricevuta dall’allora suo maestro.

Negli anni successivi i due chef sono rimasti sempre molto vicini e questa sera lo saranno nuovamente per una charity dinner nell’hub milanese di Identità Golose,  a favore di Food for Soul, il progetto di Lara Gilmore e Massimo Bottura.
La loro è un’ associazione no-profit fondata per combattere lo spreco alimentare nell’interesse dell’inclusione sociale, che ha dato vita ai Refettori di Milano (il primo, aperto durante Expo2015), Rio de Janeiro, Parigi, Londra, e in continuo sviluppo per nuove aperture in altre città.

Proprio alle inaugurazioni di questi refettori, Bottura ha potuto sempre contare sulla presenza del suo maestro, ora grande amico, Ducasse:

Alain Ducasse è sempre al nostro fianco. Nonostante i suoi mille impegni, quando lo cerco, mi segue costantemente.
E’ stato presente al Refettorio Ambrosiano, durante Expo, il 14 luglio 2015, nel giorno in cui ricorre l’anniversario della Presa della Bastiglia; poi è venuto anche al Refettorio a Parigi, il terzo giorno a quello Londra. Ed è volato persino al Refettorio di Rio de Janeiro.
Non posso che ringraziarlo”.
E  sarà al suo fianco anche nella cena benefica di domani sera, alla quale tutta Identità Golose Milano, a partire dai fondatori Claudio Ceroni e Paolo Marchi e passando per tutto lo staff, si dice (giustamente!):
“estremamente orgogliosa e onorata di poter ospitare un appuntamento di questa importanza e di questo valore, contribuendo alla raccolta fondi per Food for Soul”.

Tante soddisfazioni  e tanti riconoscimenti per questo chef che ha portato la cultura italiana dappertutto, con la sua nomina di “miglior chef del  mondo”.

A questi riconoscimenti se ne aggiunge uno tutto meneghino; Bottura a Milano ha ricevuto l’altro ieri l’Ambrogino d’Orocon una motivazione spiegata a gran voce dal sindaco Beppe Sala:

«Il più grande chef del mondo, colui che ha fatto del cibo un simbolo di inclusione, grazie alla collaborazione con la Caritas Ambrosiana, con la quale ha fondato il primo Refettorio».

 I posti per la cena sono esauriti.

Storie di Cibo ci sarà….vi racconteremo di questi piatti e di questi incontri!

 

Abbiamo già parlato di Massimo Bottura:

Bottura e il circo dei sapori 

10 domande a Massimo Bottura 

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto