Fiera del Tartufo bianco di Alba: chef, eventi e truffle-show!
Dietro le sbarre, dentro il lavoro. Il vino Valelapena
20 Dicembre 2017
Hello Kitty col cappello da chef: bontà in ogni senso!
30 Gennaio 2018

Fiera Internazionale Tartufo Bianco di Alba 2017

La Fiera Internazionale del Tartufo rappresenta il culmine degli eventi enogastronomici del Piemonte!

Una manifestazione che ogni anno attira più di 600 mila persone sul territorio, rappresentando uno dei più importanti fattori di sviluppo economico, e anche la principale fonte d’attrazione turistica di Langhe, Roero e Monferrato, colline riconosciute Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco.

Durante le otto settimane della Fiera, il “gioiello della terra” (tanto che un diamante stilizzato è divenuto logo dell’evento) è stato al centro di un ricchissimo programma di eventi quali mostre, esposizioni, show cooking, incontri culturali, musicali, letterari, folkloristici e sportivi, oltreché ovviamente enograstronomici!

Quasi due mesi di appuntamenti hanno coinvolto Alba come città regina,  ma anche tutto il territorio dove, di anno in anno, si rinnovano il mistero e la magia del Tuber Magnatum Pico, il Tartufo Bianco pregiato che  in queste zone è diventato il simbolo di un patrimonio di esperienze collettive che coinvolgono la ristorazione, l’ospitalità e l’autentico modo di vivere italiano.

Cuore della Fiera, ogni sabato e domenica degli scorsi mesi di ottobre e novembre, è stato il  Mercato Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba allestito all’interno del Cortile della Maddalena, il luogo dove vedere, toccare, annusare, conoscere, sperimentare e scoprire il Tuber Magnatum Pico.

Nello stesso Cortile della Maddalena, nei giorni di apertura del mercato, l’Alba Truffle Show è stato lo spazio degli show cooking con i grandi chef di Langhe, Roero e Monferrato, delle Analisi Sensoriali del Tartufo, delle Wine Tasting Experience® insieme ad ospiti, incontri, dibattiti.

Golosi e interessanti per quanto ci riguarda sono stati gli incontri con gli chef, ad alcuni dei quali abbiamo anche preso parte (ad uno in particolare anche attivamente: con lo chef Davide Oldani eravamo sul palco a discutere di cibo, tradizione e ricette “milanesi”!).

Si sono passati lo scettro della cucina Andrea Berton, Davide Palluda, Cristina Bowerman, Ugo Alciati, Damiano Nigro, Massimo Camia e molti altri.

La Fiera è stata anche occasione di folklore e rievocazioni storiche come l’Investitura del Podestà, lo storico Palio degli Asini, la Pantalera in costume storico, il Baccanale del tartufo, e molto altro.

La Fiera ha anche confermato e ampliato la sua funzione didattica con l’Alba Truffle Bimbi, il padiglione dedicato ai bambini e alle loro famiglie. Tema di quest’anno è stato  il “Ristorante di Legno, la cucina dei bambini”: attività, laboratori e giochi di un tempo costruiti in legno per aiutare  i più piccoli a scoprire lo straordinario territorio del Tartufo, imparando a riconoscere gli ingredienti e le ricette di alcuni piatti “firmati” da prestigiosi chef del territorio.

Altro punto di forza della manifestazione del 2017 è stato  il collegamento con importanti località italiane, con la creazione di gemellaggi e unioni territoriali; è il caso:

  • della città di Parma, che ha celebrato l’ingresso di Alba come Città creativa Unesco per la Gastronomia (titolo che Parma ha conquistato nel 2015) e
  • della Regione Basilicata, per promuovere il territorio e l’intera filiera agroalimentare “made-in-Basilicata” e testimoniare la collaborazione tra queste due “terre di tartufi”, anche in vista di Matera 2019, che vedrà Alba come città ospite d’onore.

A coordinare, guidare, decidere tutto questo, una efficace macchina organizzativa fatta di istituzioni, associazioni, persone, e gestita soprattutto dall’Ente Fiera, alla cui presidenza anche quest’anno l’energica Liliana Allena ha saputo dare un tocco di femminile imprenditorialità a questo storico evento.

Eccola, insieme ad altri momenti, in questa intervista fatta in un fine settimana di metà fiera, ed unita ad altre immagini non esaustive ma significative di quello che è stato il nostro “vivere la Fiera”:

Storie di cibo non limita a questo evento la sua presenza ad Alba, e in particolare per la serie Storie di cibo dietro le Sbarre siamo impegnati sul fronte Vino Valelapena prodotto proprio all’interno della Casa di Reclusione di Alba (come abbiamo iniziato a raccontare qui: https://www.storiedicibo.it/dietro-le-sbarre-dentro-il-lavoro-il-vino-valelapena/)

Ora guardatevi questo video, poi correte a leggere tutto il resto di storie di cibo!

Noi nel frattempo ci organizziamo già per l’edizione 2018 della Fiera del tartufo Bianco d’Alba!

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

2 Commenti

  1. Eli ha detto:

    un evento dai profumi unici,grazie di averlo riproposto sotto questa chiave

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto