Gourmet Food festival a Torino: sapori giapponesi - Storie di Cibo
Le creazioni Fiasconaro a Roma a Villa Medici
21 Novembre 2019
Le mele della Val Venosta diventano Cinnammons Rolls
22 Novembre 2019

Gourmet Food festival a Torino: sapori giapponesi

Domenica 24 novembre ultima giornata di Gourmet Food Festival a Lingotto Fiere.

L’evento clou della giornata è senza dubbio l’appuntamento con lo chef Hiroto Akama, il Maestro Viaggiatore della Cucina Giapponese che da alcuni anni gira tutto il mondo per insegnarla.

Alle ore 16.30 il Maestro illustra i sapori, colori e profumi della cucina giapponese utilizzando i prodotti tradizionali di Wakayama, regione del Kansai definita “cuore spirituale” del Giappone; un viaggio nel raffinatissimo mondo della cucina giapponese, inserita tra i Patrimoni dell’Umanità Unesco.

Hiroto Akama, formato alla prestigiosa scuola Tsuji di Osaka, si è affermato professionalmente ancora giovanissimo e oggi è:

  • Chef executive dell’Osakaya Iina Hotel di Wakayama;
  • consulente Food della JAL, principale compagnia aerea giapponese;
  • membro dell’AJCA, All Japan Cooks Association;
  • sommelier affermato nel mondo del sakè ed
  • esperto di cucina vegetariana.

Per la lezione a Gourmet Food Festival Akama si presenta con Masanori Tezuka, chef del Miyabi di Torino, Yukari Sato, sommelier del Ristorante del Circolo dei Lettori, e Sayaka Miyamoto, giornalista esperta di food.

La lezione è introdotta da Daniela Patriarca, responsabile del progetto ICT – Italian Culinary Tradition, mentre Costantino Tomopoulos, socio fondatore ICT, spiega al pubblico la lavorazione della salsa di soia, nata proprio nella regione di Wakayama e prodotta a Yuasa Town dal XIII secolo.

Durante la lezione, verrà offerto il Mormaggio, un formaggio italiano affinato nel preziosissimo Moromi, un derivato della lavorazione della soia, presentato a Tokyo in occasione del Salone dei Formaggi italiani ICE 2019.

Si svolge sempre domenica 24 anche la quarta edizione italiana della Tea Masters Cup, competizione che coinvolge i professionisti e gli appassionati nella prova di Tea Mixology.

I concorrenti sono chiamati a creare e presentare a una giuria di esperti cocktail, alcolici o analcolici, usando il tè come ingrediente principale.

Il vincitore volerà in Asia a rappresentare l’Italia alla finale mondiale.

L’ultima giornata di Gourmet prosegue con numerosissimi appuntamenti tra showcooking, degustazioni e workshop, sia del mondo food che di quello mixology e birricolo:

  • Alle 10.30 il pubblico può scoprire con Salvatore Santucci i mille utilizzi dell’impasto della Vera Pizza Napoletana, riconosciuta dall’Unesco come Patrimonio Immateriale dell’Umanità; l’istruttore guida i partecipanti nella creazione di una cena completa con un impasto Verace e pochi altri semplici ingredienti.
  • Alle ore 11 in Sala Calice si parla di “agri-brunch” con i prodotti dell’azienda agricola Terre Sparse, nell’ambito del progetto “Dal banco alla dispensa: la filiera corta si conserva!”, realizzato da CIA in collaborazione con la Camera di commercio di Torino.
  • Due gli appuntamenti con CNA Agroalimentare Torino e Piemonte:
    • alle 11 un laboratorio sulla pasta fresca piemontese, in cui gli artigiani aiutano il pubblico a impastare la sfoglia dalla quale partire per creare la pasta fresca della tradizione piemontese;
    • alle 12.30 si va invece Alla scoperta della pasta ripiena.
  • Alle ore 12.30 e alle 16 Davide Colombo, brand ambassador Martini, presenta al pubblico la Vertical Tasting, un viaggio nel tempo per scoprire tutta la gamma di Vermouth Martini. Un tasting finale con un food pairing dedicato.
  • alle 12.30 si parla di formaggi: un laboratorio teorico-degustativo, con degustazioni di materie prime e una selezione dei formaggi più rappresentativi della Val di Susa. Laboratorio a cura della critica enogastronomica Paola Gula, presenta Marco Fedele.
  • Slowfood propone due appuntamenti:
    • alle 13 Salento soul food: iodio, mare, profumi intensi, un focus sui sapori della cucina di mare salentina con Gigi Megliola;
    • alle 15.00 Beppe Gallina, della omonima pescheria-ristorante di Porta Palazzo, mostra come trattare le acciughe al meglio, preservandone anche l’aspetto, raccontando le migliori interpretazioni in cucina, nell’incontro La salagione delle acciughe, dalla produzione al piatto.
  • Alle 15 invece una degustazione guidata dedicata alle birre di Natale, per accompagnare il pubblico alla scoperta delle produzioni brassicole realizzate per le festività dai birrifici presenti nel Beer Corner.
  • alle 17 con Teo Musso di Baladin per scoprire il percorso della birra “dalla terra al bicchiere”. L’occasione permette di approfondire il tema delle materie prime e di degustare la Nazionale Luppolo Fresco 2019.
  • alle 17.30 appuntamento con Mirko Turconi, Cocktail tra i fornelli . Con l’utilizzo di alcune semplici regole e strumenti presenti in ogni cucina casalinga, i partecipanti possono imparare a preparare un cocktail di benvenuto che possa stupire per gli ospiti in qualsiasi occasione.
  • A seguire, alle ore 19 viene presentata la guida Atlante dei Birrifici Italiani, (Libreria Geografica Ed.) con la partecipazione degli autori D. Bertinotti e A. Camaschella. Incontro con degustazione.

 

Gourmet Food Festival – II edizione

Orari domenica 24: h. 10-20

PADIGLIONE 1 | LINGOTTO FIERE TORINO Via Nizza 294, Torino - Ingresso 5 euro
Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto