I mille profumi del Monferrato - Storie di Cibo
Aliberti in cucina ai Tre Cristi
14 Novembre 2018
Pizza buona dentro e Fuorni!
15 Novembre 2018

Asti apre i suoi palazzi storici ai Mille profumi del Monferrato, in un fine settimana di gusto.

Sabato 17 e domenica 18 novembre i palazzi storici di Asti spalancano le proprie porte ai sapori e ai profumi del Tartufo Bianco d’Alba e dei vini presentati dal Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato e dal Consorzio dell’Asti DOCG.

La prima edizione di “Asti Palazzi del Gusto. I Mille Profumi del Monferrato”: un’occasione per approfondire la conoscenza dei prodotti d’eccellenza dell’autunno piemontese attraverso show cooking, analisi sensoriali e wine tasting, ma anche incontri di formazione, un convegno scientifico sul Tuber Magnatum Pico e opportunità d’acquisto alla mostra mercato del tartufo e, nella giornata di domenica, alla Fiera regionale del Tartufo.

Abbiamo già parlato di questa collaborazione tra Asti ed Alba qui, parlando dei Palazzi del Gusto di Asti.

La ricca programmazione della due giorni inaugura sabato 17 novembre alle ore 11 a PALAZZO MAZZETTI con l’incontro “Tartufo: gestione di un patrimonio” a cura del Centro Nazionale Studi Tartufo e della Regione Piemonte, in collaborazione con IPLA (Istituto Piante da Legno e Ambiente).

Attraverso il caso di studio del Tartufo Bianco d’Alba questo incontro presenta le buone pratiche piemontesi e le prospettive future, dando risposte concrete a quesiti quali: come si gestisce un patrimonio naturale eccellente? Come si coniugano ricerca scientifica e applicazioni pratiche?

Gli eventi da non perdere sono questi:

  • il Mercato del Tartufo  che si terrà  per due giorni dalle 10.00 alle 19.00 a PALAZZO ALFIERI: uno spazio unico dove acquistare il Tuber Magnatum Pico con gli standard qualitativi garantiti dalla Commissione Qualità che si occupa di controllare ogni singolo esemplare di Tartufo Bianco d’Alba.
  • I Foodies Moments, sempre all’interno di Palazzo Alfieri in una apposita sala:  showcooking dove – alle ore 11.00 e alle 17.30 – il Tartufo Bianco d’Alba incontra la cucina d’autore.  Guidati da chef e cuochi provenienti dal territorio astigiano, fra cui Enrico Trova (Osteria del Diavolo di Asti) e Giuseppe Palermino (Ristorante La Braja di Montemagno) questi momenti di cucina-spettacolo sono una vetrina sul gesto creativo che anima le migliori cucine del Paese nella creazione di piatti in cui il Tartufo Bianco è protagonista.
  • domenica 18 novembre alle ore 16.00 si terrà la premiazione del “miglior piatto”e del “miglior tartufo”in collaborazione con l’Associazione ATAM- Associazione Trifulao Astigiani e Monferriniin presenza delle autorità locali e regionali e dei rappresentanti degli Enti ed Associazioni coinvolti nel progetto.
  • durante tutto l’evento sarà allestita la mostra fotografica con le  le opere di Mark Cooper, grande fotografo inglese che da anni vive in Piemonte, che per l’occasione presenterà il suo progetto “Earthscapes – L’arte del Paesaggio”.
  • sia sabato che domenica, alle ore 11.00 l’appuntamento è con le Analisi Sensoriali del Tartufo, guidate dai giudici di Analisi Sensoriale del Centro Nazionale Studi Tartufo.
  • le Wine Tasting, organizzate in collaborazione con il Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato e con il Consorzio dell’Asti DOCG si terranno nei due giorno, alle 15.00  e alle 17.30.

Come sottolinea il sindaco di Asti Maurizio Rasero:

“La collaborazione tra l’amministrazione astigiana e la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba è il primo passo di un’operazione che attraverso la valorizzazione del tartufo e dei nostri vini accompagna Asti verso sfide importanti. L’eccellenza enogastronomica incontra la cultura contribuendo ad esaltare la bellezza dei nostri palazzi storici”.

 Si uniscono all’entusiasmo del sindaco anche l’assessore al turismo di Asti Loretta Bologna

“Sono fiera di poter dar vita a questa nuova rassegna, credo molto nell’unione che si è creata tra il Comune di Asti,l’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco  d’Alba ed il centro Nazionale Studi Tartufo”

e la Presidente dell’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba Liliana Allena, che porta la sua esperienza di “gestione” di un evento che accoglie ormai milioni di persone:

“L’esperienza della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba incontra l’entusiasmo della città di Asti. Una promozione congiunta offre nuove opportunità nel momento in cui il nostro territorio è oggetto di maggiore attenzione a livello internazionale.”

Noi ci siamo lasciati coinvolgere da questa manifestazione che unisce arte e gastronomia, e saremo presenti per raccontare il gusto di questa città.

In particolare assisteremo:

  • al Foodie Moment con gli Chef Walter Ferretto, Stella Michelin del Ristorant Il Cascinale nuovo di Isola d’Asti (AT) e Chef Andrea Ribaldone, stella Michelin dell’ Osteria Arborina a La Morra (CN);
  • alla cena a quattro mani presso il ristorante Il Podestà di Asti, con gli chef Luciano Tona, direttore dell’Accademia Bocuse d’Or Italia, e ancora  Walter Ferretto.

Racconteremo tutto e di più, seguiteci anche sui social!

Intanto non ci resta che preparare i sensi ai mille profumi del Monferrato!

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto