Igles Corelli a San Patrignano: tra campo di calcio e cucina - Storie di Cibo
L’amaro italiano si racconta a Essenza Lucano
22 Giugno 2019
Polli, fake news e uova alla fiera millenaria di Gonzaga
26 Giugno 2019

Igles Corelli a San Patrignano: tra campo di calcio e cucina

Ecco un’altra cena benefica a San Patrignano con lo chef Igles Corelli e i pastry chef Gino Fabbri e Roberto Rinaldini.

Un nuovo successo!

E non poteva che essere diversamente, vista la location, vista la motivazione e visti gli chef presenti, oltre che una parte sportiva legata all’impegno di Athletichef.

Oltre 400 gli ospiti esterni che sabato sera hanno scelto di vivere la serata nella grande sala da pranzo della comunità, sostenendo quindi le attività di San Patrignano, assaporando un menù prestigioso e intrigante:

  • creme caramel di patate con guazzetto di cozze e aria di mare
  • lasagnetta croccante cacio e pepe con zabaione di parmigiano-reggiano
  • coppone di Mora Romagnola cotto a bassa temperatura con crema di spinaci e acciughe piccanti con morbido di ceci
  • e poi i tre dessert MacaRAL® al cioccolato, al caramello salato e sesamo, trancetto al cioccolato bianco e frutto della passione e torta celebrativa di Gino Fabbri.

“E’ stata una serata emozionante a dir poco”

ha sottolineato Gino Fabbri

“La cornice della sala da pranzo e della comunità fa la differenza. Alla mia età si resta colpiti da questo gruppo così amalgamato, coordinato e educato. Un posto che da padre di famiglia mi è piaciuto moltissimo”.

Emozioni condivise anche dallo chef Igles Corelli:

“Oggi mi sono scese le lacrime visitando la comunità. E’ un posto che ha un’energia molto importante, dove i ragazzi hanno una gran voglia di comunicare”.

Igles Corelli arrivava in cucina già “provato” visto che è stato protagonista della partita organizzata nel pomeriggio fra Athletichef e la squadra di San Patrignano, terminata in parità anche se Corelli, col sorriso, denuncia:

“Siamo riusciti a pareggiare, ma credo ci abbiano lasciato questo risultato per spirito sportivo!”.

E’ sempre un piacere prendere parte a questi eventi, sia per viverli dalla cucina, che per degustare i piatti.

Ma soprattutto per riscoprire ogni volta lo spirito e la passione che si celano dietro ad una brigata….perchè in cucina succedono sempre miracoli.

Lo raccontano i grandi chef, e lo si vede dagli occhi dei ragazzi, che un tempo erano persi in altro ed ora sono attenti su un taglio di carne, su una cottura lenta, sulla preparazione di un dolce.

Evviva le belle Storie di Cibo!

E il prossimo appuntamento sarà il 20 luglio con il ritorno dello chef Carlo Cracco, che aveva già dato la sua disponibilità ad una cena benefica lo scorso anno, serata di grande successo ed emozione!

 

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto