La Calabria Gourmet al De’ Minimi

A Villa Paola a Tropea il ristorante gourmet De’ Minimi.

Un ristorante gourmet nell’hotel cinque stelle ex convento francescano nel cuore della Costa degli Dei.

L’hotel cinque stelle lusso Villa Paola a Tropea in Calabria ha inaugurato l’estate, a giugno,  con un nuovo ristorante gourmet De’ Minimi.

Location prestigiosa ed emozionante, all’interno dell’antico convento francescano del XVI secolo, che oggi è parte integrante di Villa Paola.

Un progetto ambizioso che ha voluto staccarsi dalla tradizionale offerta ristorativa del posto, con una cucina innovativa e allo stesso tempo autentica.

La filosofia del De’ Minimi punta sulla massima espressione della materia prima.

Il ristorante De’ Minimi è guidato da Dario Marco Bettoni, Executive Chef con un’esperienza trentennale nel mondo dell’alta cucina e un passato in realtà di prestigio dell’ospitalità internazionale.

La cucina proposta dallo Chef Bettoni parte dalle origini dei prodotti fino alla ricerca e riscoperta delle materie organiche antiche per raccontare questo territorio, una terra ricca di contraddizioni ma anche di tesori nascosti.

Il ristorante deve il suo nome ai frati Minimi che abitavano anticamente il convento francescano.

Molti ritengono la cucina dei frati Minimi, codificata da San Francesco da Paola più di 500 anni fa, la prima antenata della dieta mediterranea.

Pesce, verdura, legumi, cereali e molta fantasia in cucina erano alla base della cucina dei frati minimi che si autoproducevano gran parte delle materie prime.

Una cucina di magro che San Francesco da Paola osservò tutta la vita.

L’eredità di questa cucina, semplice, gustosa e salutare, con ingredienti del territorio, trova oggi la sua continuità nella proposta del ristorante De’ Minimi che soddisfa il palato e l’anima.

Per la creazione della carta, lo chef bergamasco è andato a incontrare agricoltori e allevatori calabresi, selezionando piccole realtà locali e presidi slow food, alcuni già famosi.

Stiamo parlando di eccellenze quali la ‘Nduja di Spilinga, il Pecorino del Monte Poro, il caciocavallo del Pollino o il riso Carnaroli della piana di Sibari.

Attenzione alle stagionalità, valori del territorio, rispetto per la materia prima: sono il cuore dei piatti del ristorante De’ Minimi, che diventano veri e propri viaggi sensoriali.

Ai piedi della villa si stendono gli agrumeti e gli orti della tenuta.

Dove un tempo si trovavano gli orti dei monaci ancora oggi vengono coltivati tutti gli ortaggi che riforniscono il ristorante, compresa l’immancabile cipolla di Tropea, i pomodori e tutte le erbe aromatiche.

La sala ristorante si affaccia da un lato sull’antico chiostro restaurato e dall’altro sul meraviglioso giardino di piante mediterranee che digrada fino alla marina di Tropea.

Dalle terrazze della dimora è possibile ammirare, oltre all’azzurro mare della Costa degli Dei, insignito della bandiera blu, le mura antiche del borgo di Tropea, tra i più belli e suggestivi d’Italia, non a caso eletto nell’aprile 2021 Borgo dei Borghi.

Il ristorante De’ Minimi è aperto al pubblico tutte le sere a cena dalle ore 19.30 alle ore 23.00 e la domenica anche a pranzo dalle ore 12.30 alle 15.00.

Occupazione massima 30 coperti. La prenotazione è obbligatoria.

Chiusura invernale da novembre ad aprile.

Per informazioni: https://www.villapaolatropea.it/ristorante-de-minimi/

Con la fine dell’estate iniziano alcune cene anche in abbinamento a prelibatezze di altre parti d’Italia, come i tartufi Savini e i vini della cantina Benvenuto.

Andiamo alla scoperta della cucina dello chef, seguiteci!