La Cucina del Senza ha tanto Gusto...in Scena. - Storie di Cibo
Guida Ristoranti INGRUPPO 2018: il “voglio ma non posso” diventa “voglio e ceno”!
1 Marzo 2018
Ernst Knam tra i Maestri all’Olmo
7 Marzo 2018

La Cucina del Senza ha tanto Gusto…in Scena.

Gusto in scena 2018

Decima edizione di “Gusto in Scena”.

Anche quest’anno la manifestazione si è tenuta a Venezia, all’interno della Scuola Grande San Giovanni Evangelista, un complesso architettonico di grande rilievo artistico e storico-culturale.

Dalla prima edizione nel 2008,  la kermesse enogastronomica propone a operatori di settore e gourmet “4 eventi in contemporanea”:

  • Gusto in Scena, il Congresso di Alta Cucina;
  • I Magnifici Vini, degustazione di più di duecento vini di cantine selezionate secondo criteri qualitativi e storico-culturali;
  • Seduzioni di Gola, banco d’assaggio di eccellenze gastronomiche della migliore produzione italiana e internazionale;
  • Fuori di Gusto, l’evento che coinvolge i migliori ristoranti e i grandi alberghi di Venezia.

Operatori e gourmet hanno la possibilità di incontrare e conoscere personalmente i produttori e, la sera, di partecipare al Fuori di Gusto per provare menù interamente dedicati a La Cucina del Senza® o per assaggiarla durante serate esclusivamente dedicate.

Anche quest’anno La Cucina del Senza®, senza sale o senza grassi o senza zucchero aggiunti è stato il tema centrale, questa volta nella tematica “La  Cucina del Senza® incontra il mondo delle spezie”, anche per fare un omaggio alla città ospitante, che nei secoli dopo il Mille, ha assunto il controllo dei commerci di spezie nel Mediterraneo e le ha diffuse in Europa.

Si  è parlato di come le spezie arricchiscono il gusto dei piatti e dei vari utilizzi in cucina, una variante che dimostra la duttilità de la Cucina del Senza, una dieta non dieta adatta a qualsiasi regime alimentare.

«Fare La Cucina del Senza significa realizzare piatti gustosi e saporiti senza che ci si accorga della mancanza di sale o grassi aggiunti e dessert molto piacevoli senza zucchero aggiunto”

racconta Marcello Coronini, ideatore de La Cucina del Senza.

E’ fondamentale in questo concetto il termine “aggiunto”: le sensazioni gustative tornano infatti a essere legate esclusivamente alle caratteristiche degli ingredienti:

  • Non vengono alterate dal sale, che copre i sapori, al contrario della convinzione diffusa.
  • Anche i grassi in cottura modificano il gusto dei prodotti.
  • Oltre a creare assuefazione, lo zucchero non permette di cogliere le note aromatiche delle materie prime.
  • Si tratta di una cucina gustosa quanto attenta alla salute, con il giusto equilibrio tra benessere fisico e piacere della tavola.

Continua Marcello Coronini:

“Sale, grassi e zucchero sono indispensabili per la nostra vita: quelli contenuti negli alimenti sono sufficienti per una dieta equilibrata, quelli aggiunti invece rappresentano un eccesso; eliminarli o ridurli può essere di aiuto a prevenire l’insorgere di diverse patologie”.

La Cucina del Senza, è stata lanciata proprio da Marcello Coronini, critico enogastronomico, divulgatore scientifico ed autore di libri su vini e cucina, nell’edizione 2014 di Gusto in Scena.

E’ un percorso di sperimentazione aperto in cui l’organizzatore continua a coinvolgere gli chef ed i pasticceri invitati a Gusto in Scena, analizzando anno per anno ingredienti che contribuiscono a rendere i piatti “del Senza gustosi e salutari.

Così continua a raccontare:

L’intuizione per me rivoluzionaria è di togliere in contemporanea l’aggiunta di sale, grassi e zucchero, che se in eccesso, sono fattori infiammatori e negativi per la salute. Nel momento in cui ho avuto questa intuizione ho capito che ciò avrebbe permesso di equilibrare il metabolismo e bruciare i grassi superflui.»

Quest’edizione è stata ricca e ben assortita e anche molto frequentata:

  • hanno visitato Gusto in Scena 3.300 visitatori, 80% professionisti del settore.
  • due giorni di degustazioni con una selezione di prodotti gastronomici e di cantine straordinaria a I Magnifici Vini e Seduzioni di Gola;
  • 15 masterclass che hanno suscitato entusiasmo al Congresso per la ricchezza dei contenuti e per gli sviluppi futuri della cucina del senza
  • Presente all’inaugurazione l’assessore alle politiche sociali e giovani e delle infrastrutture Simone Venturini, che ha confermato l’entusiasmo e l’appoggio del comune di Venezia anche per  le prossime edizioni de La cucina del Senza, ironizzando su: “l’importante è che non sia Senza Venezia”.
  • Presenza di Riccardo Cotarella, un grandissimo dell’enologia, che ha ricevuto da parte di AEPE il premio Leone d’Oro alla carriera
  • Gli chef e i pasticceri a Gusto in Scena hanno vissuto con competenza un compito affascinante, quello di far rivivere la tradizione delle spezie attraverso la cucina del Senza.

Gusto in Scena quindi non è un semplice appuntamento dedicato all’enogastronomia.

È cultura, studio e ricerca.

Negli anni quindi  è diventata una delle manifestazioni di riferimento dei migliori chef, pasticceri e pizzaioli italiani, che la vedono come una fucina di idee nuove.

Cosa ci riserverà l’edizione del prossimo anno?  Lo scopriremo con il tempo, seguiteci!

Info: www.gustoinscena.it

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

1 Commento

  1. Genericcialis ha detto:

    Thanks for the article post.Really thank you! Great.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto