Le Soste festeggia da Eataly 35 anni e 85 soci. Da Eataly Smeraldo
Una corsa di montagna in compagnia di un formaggio eroico
13 Luglio 2017
In Galera mangiamo alla grande… “almeno noi ci proviamo”!
18 Luglio 2017

Le Soste festeggia da Eataly 35 anni e 85 soci.

Le Soste 2017 PRESENTAZIONE

La guida Le Soste è stata presentata sul palco di Eataly Smeraldo a Milano lo scorso 10 luglio.

Ha presentato la serata Paolo Marchi, ideatore e fondatore di Identità Golose insieme a Mario Cucci di Mediavalue, editore della Guida.

Hanno partecipato alla presentazione il presidente Claudio Sadler, i membri del direttivo Le Soste Moreno Cedroni, Antonio Santini, Angelo Valazza, Viviana Varese.

Presenti anche i soci Enrico Bartolini, Christian Costardi, Nicola Dell’Agnolo, Patrizia Di Benedetto, Terry Giacomello e Costantino Cipolla, docente di Sociologia e Diritto dell’Economia 

L’anima più autentica dell’Associazione Le Soste è rappresentata dalla Guida: un volume di lusso, impreziosito da una veste grafica e tipografica elegante e raffinata, curata dall’editore Mediavalue srl di Milano.

L’occasione di presentazione della guida è stata anche per festeggiare i 35 anni dell’Associazione, oltre che la quota di ottantacinque Soci.

Alla presentazione stampa si è parlato delle origini, del simbolo e dell’idea iniziale di questa associazione.

L’idea originaria prese forma nel 1982 durante una cena tra ristoratori amici: alcuni tra i maggiori chef italiani stabilirono di incontrarsi periodicamente per condividere spunti e progetti sull’enogastronomia italiana d’eccellenza e rendere noti ai propri clienti i ristoranti che perseguivano quotidianamente gli ideali di cultura gastronomica, convivialità, accoglienza, cortesia e raffinatezza.

Il modello di riferimento furono dal principio le grandi Associazioni francesi come Traditions et Qualité e Relais Gourmands.

Come ricorda l’attuale presidente Claudio Sadler:

“Da allora tanti anni sono passati, ma lo spirito di amicizia tra i diversi Soci, nonché il percorso comune teso all’alta qualità, animano ancora oggi i membri Le Soste”.

Il logo dell’Associazione è stato ideato da Emilio Tadini, raffinato artista milanese, e rappresenta una freccia stilizzata, che richiama nella sua essenzialità l’insegna delle antiche stazioni di posta.

Tanti sono i candidati ad entrare nella guida, precisa Mario Cucci:

“La domanda del ristorante candidato dev’essere presentata da due soci garanti e viene messa al vaglio dell’assemblea. Su un totale di 170 domande soltanto cinque all’anno vengono ammesse”.

Durante la serata si sono alternati vecchi e nuovi soci, e l’argomento di punta è stato quello delle nuove leve: i giovani chef, i cuochi in erba, la scelta di lavorare in cucina piuttosto che in sala e la conseguente mancanza di personale di sala di un certo livelo (forse perche non si va in tv?!).

Anche il presidente Sadler ha voluto dire la sua su questi aspetti (vedi video), sottolineando come i giovani di oggi hanno molte più possibilità di apprendere perchè i grandi chef sono propensi ad insegnare.

Durante la presentazione, la chef Viviana Varese ha preparato un risotto da far degustare come “aperitivo”, fatto con un blend di pecorini e parmigiano reggiano, 7 tipi dei pepe, limone fermentato con il sale un paio di mesi e una salsa di limone d’Amalfi che serve per pulire il palato.

Alla domanda di Paolo Marchi del

“perché proprio un risotto”

la risposta immediata è stata:

“Io sono nata al sud, ma sono 36 anni che vivo in Lombardia, quindi mi sento quasi più lombarda. Apposta ho scelto di preparare un risotto, che è un piatto che mi piace tanto e che mi permette di onorare le tradizioni di questo territorio”.

La distribuzione tradizionale della Guida avviene a titolo di omaggio presso gli ospiti dei ristoranti Soci, con una diffusione mirata presso le principali manifestazioni enogastronomiche italiane, con un milione e quattrocentotrentamila copie stampate ad oggi, è la prima a vantare anche il primato del digitale sottoforma di APP.

Si tratta dell’unica guida online dove i soci possono autonomamente modificare i dati e aggiungere le notizie relative al ristorante, alle promozioni e alla partecipazione agli eventi più importanti e facile da consultare.

Con l’occasione del lancio della nuova guida, sono stati presentati anche i nuovi soci 2017:

  • il ristorante Christian&Manuelall’interno dell’hotel Cinzia di Vercelli, capitanato dai fratelli Costardi;

  • Vunall’interno dell’hotel Park Hyatt di Milano, grazie alla mano dello chef Andrea Aprea;

  • Inkiostroa Parma, con l’energia dello chef Terry Giacomello;

  • La Bandiera di Civitella Casanova (PE) per la cucina dello chef Marcello Spadone;

  • Krèsiosdi Telese Terme (BN) diretto dal giovane Giuseppe Iannotti

Per festeggiare l’occasione è andata in scena, sempre negli spazi di Eataly, la cena stellata Le Soste d’estate, preparata  da 5 chef d’eccezione, ognuno artefice di una portata:

  • Patrizia di Benedetto, Bye Bye Blues: Carpaccio di gamberi di Mazara del Vallo, tagliatelle di calamari a vapore e maionese di bottarga di tonno
  • Terry Giacomello, Inkiostro: Tagliolino di bianco d’uovo, il suo rosso, crema di parmigiano e caviale di tartufo nero
  • Christian e Manuel Costardi, Christian & Manuel Ristorante, Riso Carnaroli con piselli, calamari e menta
  • Claudio SadlerSadler, Filetto di vitello cotto a bassa temperatura, salsa tonnata e giardinetto di verdure
  • Viviana VareseAlice Ristorante,La Dolce vita (tartelletta con curd al limone, salsa allo yuzu, macedonia di mango e papaia, spuma di passion fruit e sorbetto al mango) e piccola pasticceria

Grazie all’associazione Le Soste per quetsa attività, grazie agli chef presenti per le storie raccontate e grazie al presidente Claudio sadler per le atività presenti e future!

Arrivederci all’anno prossimo, con la guida 2018… intanto andiamo a testare i ristoranti presentati!

 

 

 

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

3 Commenti

  1. Toppillole ha detto:

    Da allora tanti anni sono passati, ma lo spirito di amicizia tra i diversi Soci, nonche il percorso comune teso all’alta qualita, animano ancora oggi i membri Le Soste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto