Noi Pesce a Milano: un fusion di mare. Pesce e dolci
Sondrio: serata benefica con cena in carcere e pasta gluten free
30 Giugno 2017
Associazione Iblea: la Sicilia a Milano con lo chef Barone
5 Luglio 2017

Ristorante Noi Pesce Milano

Noi Pesce a Milano: un fusion di mare.

Una bella scoperta: per mangiare pesce a Milano, con piatti nuovi, dai sapori fusion.

Cena di pesce, in un ristorante di Milano che negli arredi e nello spirito fa sentire al mare, in barca, a contatto con qualche peschereccio in legno, di quelli di un tempo ben sistemati!

Il luogo da solo ricorda tutti i colori del mare, tutta la varietà di un ambiente marino, dai legni diversi a strutture con forme simili alle onde… una varietà che poi si scopre anche nel menù.

Un menù di pesce, a confermare il nome del locale, con portate per nulla scontate, anzi…

L’estrema varietà al primo impatto quasi spaventa e imbarazza, fino a quanto il sapiente intervento di Sabina, la responsabile di sala, salva il mio desiderio di andare a occhi chiusi col dito sul menù, perché lo stomaco vorrebbe provare tutto, e la casualità a questo punto potrebbe salvarmi!

Sabrina mi consiglia, mi illustra i vari piatti, sia del menù più “tradizionale” che quello con più influenze esotico-orientali: piatti particolari, definirli fusion mi sembra quasi riduttivo!

Concordiamo per una serie di assaggi di antipasti, in modo da non litigare con la mia curiosità, e studiamo insieme quale primo e secondo si adatti meglio ai miei gusti: lei con fare professionale indaga sui piatti che di norma mangio e giustamente mi suggerisce dei piatti diversi, nuovi, senza andare in contrasto con le mie preferenze di base, che sembra aver colto in modo perfetto!

E cosi, in una tranquilla cena d’inizio estate, mi ritrovo a mangiare nell’ordine queste squisitezze:

  • assaggi di antipasti così composti:

    • gamberoni con salsa di zenzero (ottimi, “carnosi” e saporiti)

    • zuppetta di cozze rossa con pepe (nonostante non sia un’amante delle cozze, ho apprezzato il gusto del sugo e la scoperta del pepe particolare)

    • polpo croccante con crema di patate e stracciatella (in assoluto il mio piatto TOP di questa cena, ricco di contrasti sia di sapori che di sensazioni)

    • ravioli di pesce (presi per valutar se si trattasse dei “classici ravioli da ristorante cinese”, smentita in tempo zero: una pasta sottile da sciogliersi in bocca, e un ripieno ai sapori del mare!)

  • Primo con tortelli di pesce  al nero di seppia con vongole rosa

  • Secondo con Capesante gratinate

  • Mi sono poi lasciata incuriosire da un piatto visto su altri tavoli con riso e una quantità di pesce e crostacei enorme: mi hanno portato un assaggio di questo “Mix thai con pesce” che rappresenta un piatto unico,  e anche bello abbondante, composto da mix di pesce (gamberoni, seppie, vongole, polpo…) con del riso thailandese ai sapori orientali.

  • I dolci meritano una menzione a parte!

E’ arrivato un vassoio con una serie di dolcetti in cui il cioccolato la fa da padrone, illustrati in dettaglio dal cameriere con una precisione e meticolosità degna di Masterchef!

Il vantaggio di vederli è che oltre alla descrizione da menù hai la chiara certezza di cosa ti  verrà servito, e visto che l’occhio vuole la sua parte, questa presentazione del dolce agevola davvero la scelta.

Mi sono lanciata sul Dolce Exotica, con composta di mango e ribes, e la sorpresa grande  e apprezzata è stata nella presentazione del piatto: decorazione dedicata al mio essere neo-mamma (con me era presente come sempre Daniele-Barolino, che accoglieva i piatti con versetti di sicuro apprezzamento!).

Mi hanno spiegato che si tratta di una selezione di dolci artigianali del rinomato laboratorio di pasticceria La Martesana.

Il vino non è mancato (e come potrei), e vista la mia propensione al rosso, ma dato anche il desiderio di qualcosa di fresco, mi sono lasciata tentare da un rosato Negroamaro, ottimo…. In ogni caso la cantina mi è apparsa davvero ben rifornita, e anche solo l’esposizione di prosecchi, spumanti e amari al bar lascia intendere un rifornimento non da poco.

In sostanza, un’esperienza positivissima, una cena gustosa; nonostante il grande numero di piatti (…è che sono alta, e difficile da riempire!!) sono uscita sazia ma per nulla appesantita.

Nel chiacchierare con Sabrina, a cui ho chiesto anche informazioni sullo chef, mi sono resa conto di come ogni ricetta venga creata con originalità e con  il desiderio di proporre ai clienti qualcosa di nuovo, di diverso dal solito, una cucina “fusion” che possa essere compresa come una bella unione passionale tra cucina italiana/mediterranea e sapori orientali.

L’utilizzo di alcune spezie ricercate fa sì che si creino dei sapori esclusivi, dei contrasti rari, che fanno apprezzare  il sapore del pesce senza camuffarlo, anzi esaltandolo.

Si nota subito che il punto di forza è la qualità delle materie prime, fresche, di ampia scelta, e apprezzabili dai clienti, visto che il pesce è esposto a banco.

Non mancano nel menù piatti di carne, non posso valutarne la qualità, ma consiglio di provare il ristorante per quello che è il suo punto di forza, evidenziato anche dal nome: NOI PESCE!

Insomma, come avrete capito da queste righe e dalle immagini, la ia esperienza è stata super positiva, vi consiglio di provare, anche a pranzo, visto che propongono menù un po’ meno  “elaborati”  adatti ad una colazione di lavoro.

Per tutte le informazioni su location , menù e prenotazioni il sto di riferimento è : www.noipesce.it

Buona mangiata di pesce, a suon di “Noi Pesce…e tu?!”

 

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto