Rasa Food Experience: la cucina vegetale dello chef Simone Salvini - Storie di Cibo
Porto Rotondo OnTop: progetto a tutto tondo
1 Giugno 2019
Una Riserva di risotti, ciliegie, sorrisi.
10 Giugno 2019

Rasa Food Experience: la cucina vegetale dello chef Simone Salvini

Rasa Food Experience: lo Chef Simone Salvini per Hangar Q di Milano

Il food-hubHangarQospiterà il Rasa Food Experience, una serie di standing dinner firmate dallo Chef Simone Salvini. Il primo evento si terrà il 13 giugno 2019.

Rasa come sapore, stato d’animo, senso artistico ed emozione estetica, essenza dell’amore, manifestazione dell’esperienza estetica dell’amore consapevole, comunione e relazione con l’altro. Se l’universo è un grande flusso pulsante di essenza e di manifestazione, il Rasa è la sostanza fluida di tale flusso.

Partendo dal concetto di Rasa della letteratura sancrita, lo Chef Simone Salvini ha elaborato la sua cucina.

  • Fiorentino, classe 1969, dopo la Laurea in Lettere e Filosofia all’Università di Firenze, consegue un dottorato in Psicologia a indirizzo storico con specializzazione Ayurvedica presso l’Università Florid College e NY College in Pisa.
  • Dopo alcune esperienze in Irlanda e India, luoghi in cui ha l’occasione di approfondire la cucina ayurvedica, nel 2005 approda nella cucina del ristorante Joia di Pietro Leemann a Milano, di cui diventa ExecutiveChef e dove ha modo di elaborare piatti vegetariani siglati da una stella Michelin. Nel 2011 inizia la sua collaborazione con diversi enti del settore, come l’Associazione Vegetariani Italiana e l’Istituto Europeo di Oncologia di Umberto Veronesi. Nello stesso anno inizia la docenza di cucina naturale vegetariana per le scuole di Alma e Arte del Convivio e diventa Executive Chef di Organic Academy, accademia di alta cucina naturale e vegetariana.
  • Nel 2012 pubblica per Mondadori “La cucina vegana”, che si rivela un grande successo editoriale, seguito nel 2013 dal libro “I dolci della salute” e nel 2016 dall’ultimo libro a carattere autobiografico “La mia vita in verde”.
  • Nel 2014 avvia a Roma il ristorante OPS!, senza tralasciare le docenze presso lo Yoga Festival, il Gambero Rosso, l’Università del Gusto di Vicenza e la Scuola del Melograno di Torino.
  • Nel 2015 presenzia a Expo 2015 occupandosi di ristorazione presso il Padiglione del Biologico e del Naturale per conto di Alcenero. A giugno inaugura il ristorante Lord Bio di Macerata, dedicato all’alta cucina naturale.
  • Attualmente vive tra Milano e Bologna, impegnato in un ambizioso progetto presso la Ghita Academy, l’accademia di Cucina Vegetale dedicata ai professionisti del settore e alla formazione di nuove leve a cui trasmettere l’amore per la cucina e per le persone.

HangarQ è la prima location per eventi a Milano che unisce luxuryfood, show cooking, exclusive lounge in un ambiente dal ricercato design aeronautico. Caratterizzata da arredi in stile aeroportuale ricavati da parti originali di aerei, accoglie i propri ospiti in un’atmosfera preziosa ed elegante.

Il Rasa Food Experience prevede una serie di standing dinner presso HangarQ, dove lo Chef Simone Salvini, coadiuvato dallo Chef Davide Egardi, con il quale Savini ha condiviso l’esperienza al ristorante Joia, e la brigata di HangarQ, parlerà della sua cucina 100% naturale.

Un percorso di Alta Cucina per raccontare una filosofia, un modo di vivere e del benessere che la cucina vegetariana pura può donare.

Il primo evento in programma si terrà il 13 giugno alle 19.30. 

Una standing dinner, dove i piatti vegetariani saranno accompagnati da centrifugati e vini biodinamici. Le Cantine Ceretto saranno lo sponsor della serata.

I successivi eventi, con cadenza bisettimanale, saranno aperti al pubblico ad un prezzo accessibile.

Inoltre, in autunno sono previste cene gourmet con servizio placée.

In occasione degli eventi è previsto il coinvolgimento di partner fornitori di prodotto come vini biodinamici, farine, frutta e verdura e tanti altri.

Storie di cibo presente, come collaborazione organizzativa…e ovviamente di racconto!

 

 

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto