Urbani Tartufi in stile fusion a Perugia - Storie di Cibo
Egalité: cultura gastronomica francese
13 Ottobre 2020
Moncalvo in Fiera, tra tartufo bianco e bue grasso
14 Ottobre 2020

Urbani Tartufi  Shinto Perugia

Inizia una partnership tra tartufi e cucina fusion, con l’inaugurazione di Shinto Perugia.

Urbani Tartufi, azienda leader mondiale nella produzione e trasformazione del tartufo, e Shinto, fusion restaurant di ispirazione giapponese, in occasione dell’inaugurazione del 15 ottobre di Shinto Perugia, annunciano l’inizio di una partnership estesa anche nel ristorante di Napoli.

Il tartufo sarà il protagonista di una serie di aperitivi tematici dove sushi, caviale e frutti esotici incontreranno il sapore deciso dell’oro della terra, ingrediente versatile e sempre in grado di stupire. 

Grazie alla qualità degli ingredienti di Urbani Tartufi e alle sapienti mani dello Chef di Shinto Perugia, Alfredo Versetto e della brigata di cucina incarnata dagli chef de cuisine Orlando Araya Saez, Fabiola Cordoval e Matteo Loiacono, i commensali vivranno un’esperienza unica che li porterà ad assaggiare piatti fusion.

Urbani Tartufi è stata fondata nel 1852 a Scheggino (PG) ed è diventata presto famosa per l’esportazione dei tartufi freschi Made in Italy, prima in Francia e poi nel resto d’Europa.

Una storia familiare che vive da oltre 160 anni e che ha coinvolto sei generazioni fino ad arrivare all’attuale composta da Olga, Carlo e Giammarco, rispettivamente figli di Paolo e Bruno Urbani.

La Famiglia Urbani ha dato vita ad importanti filiali estere e a realtà come il Museo del Tartufo, l’Accademia del Tartufo e la Urbani Travel &Tours.

“Il forte legame con il territorio, quello di Scheggino in Umbria, porta l’azienda nel 2017 a creare Truffleland, un progetto votato a valorizzare la biodiversità attraverso il rilancio di una filiera sostenibile e di qualità.

La missione di Urbani Tartufi è promuovere la cultura del tartufo nel mondo.

Un’azienda familiare a vocazione internazionale, Urbani Tartufi è presente in 70 Paesi e leader mondiale del mercato del tartufo.”

Per quanto riguarda Shinto, dal 2006, il messaggio del locale è basato su una dimensione armonica tra gusto ed eleganza, innovazione e ricerca del dettaglio.

“Nell’offerta di Shinto si fondono tradizione culinaria orientale e innovazione gastronomica”.

Ogni piatto rispecchia la fedeltà alle tecniche di lavorazione e creatività degli chef, alla costante ricerca di nuove declinazioni dell’arte del gusto giapponese con innovative assonanze di sapori e nuovi concept di food design. 

Grazie a questa collaborazione il fusion avrà un sapore ancora più glocal: abbinamento fra tartufo e piatti della tradizione orientale, per un’esperienza sensoriale unica, contemporanea e coinvolgente. 

Una location raffinata quella di Shinto Perugia, frutto di un accurato lavoro di ristrutturazione che ha rivisitato completamente il mood degli spazi.

Francesca Faraone, architetto di grido scelto tra i migliori del 2019 dalla rivista AD, ha disegnato personalmente ogni elemento del nuovo locale, inserendo la manifattura artigianale affidata a professionisti napoletani e perugini. 

Nel menu particolare attenzione anche alla parte dolce.

Accanto a sushi gourmet e noodles al tartufo, sarà possibile assaggiare le celebri “sfogliatelle di Obama” e le altre prelibatezze di Giovanni Scaturchio, pasticceria napoletana che, dal negozio originario di Piazza San Domenico Maggiore a Napoli, ha conquistato tutto il mondo arrivando fino alla Casa Bianca.

Attivo anche il servizio delivery:  possibile acquistare i prodotti utilizzati per i piatti dei menù come la salsa tartufata, il carpaccio e l’olio unico nelle sue versioni al tartufo bianco e nero, oltre ai golosi cioccolatini al tartufo. 

Una collaborazione che sottolinea il forte legame di Urbani Tartufi con il territorio umbro e la continua volontà dell’azienda di guardare al di là dei propri confini, mettendo a punto una partnership che unisce due culture antichissime, quella del sushi e del prezioso tartufo. 

Per informazioni: https://urbanitartufi.it/

 

 

 

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto