Voglia di Patata? Ci pensa Gialle&Co a Milano Storie di cibo
Vi.vite: il vino che parla la lingua di tutti
20 Novembre 2017
17 ricette alla nocciola del Piemonte. Relais Villa D’Amelia
27 Novembre 2017

Voglia di Patata? Ci pensa Gialle&Co

Gialle&co. Milano

A Milano la voglia di patata non rimarrà più insoddisfatta.

E posso assicurarlo dopo aver provato con mano (e con bocca) le delizie di Gialle&Co, di nuova apertura in zona Moscova.

Si tratta del primo ristorante a Milano che trasforma e reinterpreta in chiave italiana la tipica baked potato inglese, la grossa patata cotta al forno con la pelle, e poi farcita con quello che la fantasia e il gusto indicano… un po’ come una pizza italiana che ormai in alcune pizzerie arriva a superare le 100 versioni in menù.

Qui le ricette sono per ora (e già la scelta diventa ardua) quindici: dodici fisse e tre stagionali. Il menù va incontro alle esigenze di tutti, ed è suddiviso in : Fishytariane, Veggytariane, Meatariane e Vegane.

Con la possibilità di ordinare separatamente i ripieni.

E la variante aperitivo, con la formula mini baked: patate più piccole, da uno a 12 assaggi, in versione finger food, servite dalle 19 alle 20.30, in abbinamento con un calice di vino o la birra artigianale di Canediguerra.

Tutto rigorosamente studiato dallo chef Andrea Vigna.

L’idea è di cinque amici, che durante un viaggio a Londra scoprono un pub la cui  proprietaria vanta le migliori baked potatoes della città. Il gusto degli italiani non è soddisfatto da quasi nessuna ricetta e così uno di loro sfida la proprietaria a cucinare una baked potato all’italiana, in cambio di carpire i segreti della ricetta tradizionale.

Quella notte nasce la prima ricetta della baked potato di Gialle&Co., la Threecolore, che ovviamente è (e resterà di diritto!) nel menù, con stracciatella, songino e pomodorini.

L’interior design del locale si ispira a luoghi rurali e genuini, attraverso l’utilizzo di materiali grezzi, ma che trattati ed accostati nel giusto modo diventano raffinati e inusuali.

Il locale è caratterizzato dalla ricerca di pezzi vintage e dalla sperimentazione attraverso le contaminazioni di materiali antichi con altri ultramoderni.

La vera innovazione è senza dubbio la costruzione di una serra all’interno del locale: cucina e bar sono racchiusi all’interno di un artistico collage di vecchie vetrate vintage recuperate in tutta Italia, per trasmettere la sensazione di mangiare all’esterno pur essendo all’interno.

Nella sala principale dalla fontana liberty da giardino recuperata da un’antica villa nobiliare, l’acqua potabile naturale e frizzante dà l’idea di arrivare direttamente dalla fonte!

Da segnalare le patate dai nomi suggestivi: la Controstream (con salmone, crème fraîche allo zenzero, aneto e anacardi); la Mortacci yours (con guanciale croccante, salsa carbonara e pecorino); la Ratatoma (con ratatouille di verdure al forno, toma, origano fresco); la Molto Well (Olio al basilico, crema melanzane, origano fresco e pomodorini confit)….

Storie di Cibo ha molto molto (la ripetizione è voluta!) apprezzato sia le grandi patate che quelle piccoline!

Qui una panoramica del locale e una chiacchierata con Antonio, uno dei soci fondatori:

 

Giale&Co. è aperto 7 giorni su 7, dalle 12 alle 23,
e si trova in via A. Volta 12, a Milano.
www.gialleandco.com

 

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto