#siamocinesi: Italia a Tavola con i cuochi cinesi - Storie di Cibo
I sette Saggi dello Young Chef San Pellegrino
11 Febbraio 2020
Sapori di Colombia a Milano da Spica
15 Febbraio 2020

Italia a Tavola con Euro-Toques in una cena con chef italiani e cinesi

#siamocinesi: a tavola in Paolo Sarpi per contrastare la psicosi da Coronavirus.

Al Jubin di Milano, nel cuore della China Town meneghina, una cena ideata dal Italia a Tavola  e dall’associazione Eurotoques Italia per dare un segnale contro la psicosi da Coronavirus. Presente la direttrice dell’ufficio consolare cinese di Milano, e in cucina tanti cuochi sia italiani (tra cui il presidente di Euro Toques Italia e International Enrico Derflingher) che cinesi.

Abbiamo già parlato della psicosi sul Coronavirus che sta dilagando in città, rovinando non poco l’economia cinese della ristorazione, rilanciando anche il decalogo delle fake news: ristoranti in crisi per la psicosi da Coronavirus.

Italia a Tavola ha lanciato l’hashtag #siamocinesi per contrastare la psicosi da contagio che sta penalizzando visibilmente il mondo Horeca, soprattutto quello il nostro mondo Horeca made in China.

Così il 12 febbraio è stata organizzata una serata “antivirus” presso il ristorante Jubin di Milano, nel cuore di una Chinatown ancora illuminata e decorata dalle lanterne del “Capodanno del Topo”, ma deserta e senza nessun tipo di attività.

Il direttore di Italia a Tavola Alberto Lupini ha aperto la serata con i saluti:

“Questa serata è stata voluta come gesto di solidarietà nei confronti della comunità cinese. Noi ci occupiamo di cibo e questa, in un ristorante, è l’occasione giusta per stare insieme e condividere un momento importante per tutti noi in modo informale e senza alcuna retorica”

Presente la direttrice dell’ufficio consolare cinese di Milano Lei Cai, che ha voluto sottolineare la grande vicinanza del mondo italiano, e delle istituzioni di Milano:

 “Non siamo soli, abbiamo la solidarietà istituzionale lombarda e milanese. Stiamo molto apprezzando quello che stanno facendo gli amici italiani per noi, questo è il momento della tempesta, ma dopo appare sempre il sereno”.

In sala, con Enrico Derflingher, presidente Euro-Toques Italia, molti cuochi associati e ristoratori dell’area milanese e lombarda che hanno voluto (in una giornata lavorativa) dare il proprio contributo affettivo. Tanti cuochi quindi,  alcuni  solo come commensali, e molte persone legate alla stampa e ai social di settore.

Tra i tavoli, Nicola Ferrelli, Viviana Varese, Maida Mercuri del pont de Fer, Michele Biassoni del ristorante Iyo, Antonio Lebano, Matteo Scibilia, Chef Alex di Kitchen Society e Antonio Consonni del Cenacolo dei Pittori.

Non presenti alla serata, ma vicini  all’iniziativa anche tanti altri cuochi di fama come Franco Aliberti, Enrico Bartolini, Cristian Benvenuto, Eugenio Boer, Alessandro Borghese, Fabrizio Cadei, Roberto Carcangiu (presidente Apci), Chicco Cerea, Carlo Cracco, Vincenzo Donatiello, Bernard Fournier, Ernst Knam, Filippo La Mantia, Stefano Masanti, Sergio Mei, Davide Oldani, Diego Rossi, Nadia e Giovanni Santini, Fabio Silva e Wicky Pryan.

Il menù ha messo all’opera tutti, italiani e cinesi, senza nessuna pretesa gastronomica, in totale libertà:

  • Involtini Primavera,
  • Ravioli al vapore,
  • Zuppa con aragosta e Capasanta,
  • risotto Queen Victoria di Enrico Derflingher,
  • Filetto di maiale in crosta,
  • Anatra alla Pechinese.

Una serata all’insegna dell’amicizia, dei sapori senza confini, dell’unione a tavola, che poi è la caratteristica principale dello stare insieme italiano!

#siamocinesi continuerà con altre iniziative, di certo al di là degli incontri nei ristoranti è utile fare informazione corretta, conoscere i meccanismi di contagio e non accrescere inutili psicosi, che danneggiano purtroppo psicologicamente ed economicamente, senza però fondati motivazioni.

Storie di cibo continua la sua campagna di conoscenza e diffusione.

Qui il video della serata:

 

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto