Asta mondiale del tartufo bianco di Alba : solidarietà e gusto - Storie di Cibo
Mellin: non solo cibo per l’infanzia, anche alberi.
6 Novembre 2019
Knam Chocolate Experience, la fabbrica di cioccolato meneghina
8 Novembre 2019

Domenica 10 novembre si celebra la solidarietà internazionale con il tartufo bianco d’Alba.

Dal Castello di Grinzane Cavour in collegamento con le metropoli di Hong Kong, Mosca e Singapore, la 20ª edizione dell’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba

 

Domenica 10 novembre il Castello di Grinzane Cavour ospita la 20ª edizione dell’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba, la più importante e prestigiosa asta legata al mondo del Tartufo Bianco d’Alba, organizzata dall’Enoteca Regionale Piemontese Cavour, in collaborazione con la Regione Piemonte e il Consorzio Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani.
I migliori esemplari di Tartufo Bianco d’Alba sono battuti di fronte a un pubblico prestigioso, con collegamenti in diretta dal Ristorante 8 e mezzo Bombana di Hong Kong e dai più celebri ristoranti al mondo, permettendo a questo magnifico prodotto della terra di essere celebrato in un contesto di solidarietà internazionale.
Una data importante, vent’anni di Asta Mondiale del Tartufo di Alba, un evento che in questi anni ha saputo conciliare la promozione delle eccellenze del territorio con la destinazione internazionale di ingenti fondi a cause solidali, arrivando a raccogliere la ragguardevole cifra di oltre 4,4 milioni di euro.

L’Asta si svolgerà come da tradizione presso il Castello di Grinzane Cavour, sito decretato dall’Unesco patrimonio dell’Umanità, alla presenza di personaggi di spicco dell’enogastronomia, del mondo dello spettacolo, dell’imprenditoria e per la prima volta con il neo presidente dell’Enoteca Regionale Piemontese Cavour Roberto Bodrito, che ha preso il pasto del senatore Tomaso Zanoletti.

Durante l’Asta verranno mandati all’incanto lotti s di Tartufo Bianco d’Alba di notevole pezzatura, in abbinamento ai grandi formati dei vini dei produttori aderenti al Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani. Tutto questo grazie ad una fattiva collaborazione tra l’Enoteca Regionale Piemontese Cavour, la Regione Piemonte e l’Enit-Agenzia Nazionale Italiana del Turismo e l’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero.

Dalla sala di Grinzane Cavour, in diretta a partire dalle ore 13.00, si aprirà il collegamento con Hong Kong, dove l’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba® può contare sul consolidato sostegno dello chef tre stelle Michelin Umberto Bombana.

È infatti all’interno del suo ristorante “8 1/2 Otto e Mezzo Bombana” che la metropoli orientale esprimerà il proprio apprezzamento per i lotti battuti, con l’obiettivo di portare sostegno attraverso i fondi raccolti all’Istituto Mother’s Choice, associazione benefica che aiuta molti bambini senza famiglia, vulnerabili ed in difficoltà, con lo scopo di dare speranza e cambiare le loro prospettive di vita.
Ma l’edizione numero venti non poteva che essere speciale: per la prima volta, infatti, parteciperà all’evento la città-stato di Singapore, che insieme alla capitale russa Mosca contenderà alle altre due sedi, Grinzane Cavour Hong Kong, il magnifico lotto finale costituito dal Tartufo Bianco d’Alba più bello e dai formati più importanti di Barolo e Barbaresco.

  • Mosca, direttamente sulla Piazza Rossa, un pranzo d’eccellenza preparato dallo Chef Davide Corso del Bosco Cafe presso i Magazzini Gum sarà dedicato a Sua Maestà il Tartufo Bianco d’Alba. L’evento sarà anticipato giovedì 7 novembre dalla conferenza stampa di presentazione dell’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba® e delle eccellenze enogastronomiche della Regione Piemonte all’Ambasciata d’Italia alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia nella Federazione Russa, Pasquale Terracciano.
  • A Singapore, l’entusiasmo per il territorio delle Langhe dello Chef Italiano stellato Beppe De Vito, proprietario di 5 ristoranti in Città, sarà catalizzatore presso l’iconica National Gallery del primo e storico appuntamento dedicato al Tartufo Bianco d’Alba nella capitale sud est asiatica. Un’occasione da non perdere per gli abitanti della metropoli culturale, commerciale e centro finanziario globale con oltre cinque milioni di abitanti.

Negli ultimi due lotti dell’Asta ci sarà anche una curiosità: due panettoni giganti al Moscato, di 10 kg e 20 kg, firmati da Albertengo, storica azienda di Torre San Giorgio (Cn), che ogni anno produce un milione e mezzo tra panettoni e colombe.

Il Panettone al Moscato compirà trent’anni nel 2020 ed è rappresentativo della “piemontesità” degli Albertengo.

La XX edizione dell’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba® potrà essere seguita in diretta streaming anche sulla pagina facebook del Castello di Grinzane Cavour.

Ogni edizione dell’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba® celebra i migliori chef del mondo e la loro maestria nell’impiego del pregiato fungo, assegnando il titolo di “Ambasciatore del Tartufo Bianco d’Alba nel Mondo”.

Quest’anno gli Ambasciatori nominati saranno due:

  • Massimiliano Alajmo della celebre famiglia padovana a capo di un gruppo dedito alla cucina di altissimo livello, avviato a partire dal ristorante Le Calandre fondato da papà Erminio e tributario della prima stella Michelin grazie alla mamma-chef Rita Chimetto nel 1992. Nel 2002, all’età di 28 anni, Massimiliano diventa il più giovane chef al mondo a conquistare le tre stelle Michelin per il celebre locale di Sarmeola di Rubano (Pd).

  • Yong Zhang, nato nella città di Linhai, nella provincia di Zhejiang nel sud della Cina, è il fondatore e lo chef esecutivo del gruppo Xinrongji. Con due ristoranti a Shangai (uno a una stella e uno a due stelle Michelin) e un ristorante ad una stella Michelin a Hong Kong, lo chef negli anni si è specializzato in menu d’eccezione in abbinamento al Tartufo Bianco d’Alba.

Attendiamo quindi la giornata dell’asta mondiale, che sarà condotta anche quest’anno da Caterina Balivo,  affiancata dallo storico “amico ­dell’Asta” Enzo Iacchetti, attore comico e presentatore, attualmente impegnato nell’edizione 2019 di “Striscia la Notizia”, il tg satirico di Canale 5.

Sarà compito dello scrittore e giornalista Paolo Vizzari approfondire le tematiche enogastronomiche legate all’eccellenza dei prodotti del territorio.

Storie di Cibo sarà presente a Grinzane, e ora con un’intervista anticipata allo chef Umberto Bombana:

 

 

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto