Gli agrichef a Masterchef della Coldiretti Lombardia
Un chilometro di Tela tra le vigne Bellavista! Arte e vino.
9 Settembre 2017
Pizza alla pala, frutta in stecco, cedrata con sale alle alghe: Gae Aulenti Milano
10 Settembre 2017

Gli agrichef a Masterchef della Coldiretti

Coldiretti Lombardia Agrichef 2017

Gli agrichef a Masterchef della Coldiretti.

L’alta cucina entra in cascina e arrivano i primi Masterchef contadini!

Oltre 7 milioni di persone ogni anno scelgono di mangiare negli agriturismi lombardi. È quanto emerge da un’elaborazione della Coldiretti regionale alla vigilia dell’inizio del primo corso per masterchef agricoli organizzato da Terranostra, che ha preso il via questa settimana, lunedì 4 settembre 2017 presso l’agriturismo “La Gasparina” a Montichiari (Brescia), e si è concluso proprio ieri.

Come spiega Alessandra Morandi, Presidente di Terranostra Lombardia:

“L’obiettivo è unire la genuinità delle produzioni a Km zero con l’arte della cucina, dotando i cuochi contadini di tutti gli strumenti necessari per valorizzare al meglio nei piatti le loro materie prime”.

Il corso è durato cinque giorni per un totale di 40 ore con laboratori teorico pratici, dedicati a tecniche di cottura, presentazione delle ricette, valutazioni nutrizionali e abbinamenti enogastronomici.

Tra i docenti anche Diego Scaramuzza, primo agrichef d’Italia e Presidente nazionale di Terranostra Coldiretti.

I partecipanti sono arrivati da diverse zone della Lombardia:

Nicola e Cristiano Cumini da Albino (Bergamo), Serena Manenti e Lorenzo Luigi Martinelli da Calcio (Bergamo), Luca Limonta da Ponteranica (Bergamo), Elisa Svanera da Brione (Brescia), Andrea Frasca da Botticino (Brescia), Roberto Riseri da Montodine (Cremona), Emanuela e Monica Dilda da Pessina Cremonese (Cremona), Giulia Di Scanno da Schignano (Como), Raffaele Dondoni da Trezzo sull’Adda (Milano), Stefano Correale da Garbagnate Milanese (Milano), Lucia Magnani e Lisa Valli da Villimpenta (Mantova), Cristina Caramaschi da San Benedetto Po (Mantova), Laura Paganini da Gazzuolo (Mantova), Angela Mazzali da Bagnolo San Vito (Mantova), Stefano Cherubini da Solferino (Mantova), Adele Girelli da Bagnolo San Vito (Mantova), Cinzia Raimondi da Garlasco (Pavia), Davide Stocco da Zenevredo (Pavia), Alessandra Formini da Val Di Nizza (Pavia), Maria Grazia Maestri da Bagnolo San Vito (Mantova), Elisa Turconi da Origgio (Varese), Fiorella De Ambrosi da Montegrino (Varese).

La presidente di Terranostra è anche animatrice ai fornelli in questo masterchef green e specifica:

“Il mercato degli agriturismo è in continua crescita e vogliamo che resti all’insegna della qualità.

Stiamo formando un gruppo di altissimo livello in vista di eventi come il Villaggio Coldiretti, una sorta di Expo del chilometro zero che promette di registrare migliaia di presenze”.

La formula sarà sempre la stessa: da produttore al consumatore , dal campo alla tavola (del ristorante) senza nessun altro passaggio.

“Più che un mercato, un servizio che garantisce al pubblico uno dei beni più preziosi: la genuinità certificata. E in tempi di scandali alimentari e patacche di tutti i generi, non è poco!”

aggiunge la Morandi.

Gli chef Coldiretti prima studiano, poi indossano capello e grembiule: 40 ore così, per 5 giorni di corso. Dal loro estro nascono piatti espressi, con prodotti in arrivo da tutte le aziende lombarde che partecipano all’iniziativa.

Un investimento sul futuro per rispondere a una domanda schizzata verso l’alto. Nell’ultimo anno, infatti, a  pranzo o a cena sull’aia sono arrivati 7 milioni di lombardi. Un settore in espansione che oggi conta 1600 aziende in regione Lombardia (mille delle quali ormai lanciate sul food), con 5mila addetti.

Secondo una rilevazione della Coldiretti regionale, il visitatore che va negli agriturismi della Lombardia ha tra i 35 e i 45 anni, in 8 casi su 10 si tratta di famiglie mentre il restante 20% sono coppie. Tra le realtà che offrono alloggio la permanenza media è di due notti. Gli stranieri, in particolare tedeschi, olandesi e danesi, rappresentano circa il 40% delle presenze negli agriturismi dei laghi lombardi e dell’arco alpino.

Ora anche a noi di Storie di cibo, non resta che andare a trovare gli agri-chef e testare la validità delle lezioni frequentate 😉

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto