#MilanoKeepsOnCooking: chef milanesi anti virus sui social - Storie di Cibo
Storie di Cibo pro Italia. Campagna italiana!
6 Marzo 2020
Un pettirosso e la Robiola DOP ci raccontano di RobIn
9 Marzo 2020

#MILANOKEEPSONCOOKING: al via la campagna social lanciata da una agenzia stampa milanese

L’obiettivo è risollevare gli animi e le sorti dei ristoratori milanesi

Uno speciale grembiule con  la scritta “MILANO KEEPS ON COOKING” per lanciare un messaggio positivo a Milano, all’Italia e al mondo intero in un momento di immobilismo e preoccupazione generale che minaccia di infliggere un duro colpo a tutto il comparto della ristorazione.

Sono tante le iniziative di imprenditori e ristoratori, anche noi abbiamo voluto lanbciare il nostro messaggio di “sostegno” e di incentivo al consumo del Made in Italy, sia nei viaggi che nei prodotti: ne abbiamo parlato qui Campagna StorieDiCibo pro Italia.

Questa nuova idea è venuta al team dell’agenzia Alessia Rizzetto PR &Communication, specializzata in ambito food&beverage.

Facendosi portavoce del malcontento generale della categoria per il momento di difficoltà dovuto all’emergenza sanitaria in corso, l’agenzia ha deciso di mettere a disposizione il proprio know-how, la propria creatività e i propri contatti per contribuire a sbloccare la situazione.

L’obiettivo è quello di rilanciare l’attrattività su scala nazionale e internazionale della gastronomia made in Italy, di cui Milano è una delle roccaforti indiscusse, senza per questo ignorare le misure precauzionali impostedalla grave emergenza sanitaria in corso.

Sono già una trentina tra chef, pizzaioli, pasticceri e imprenditori della ristorazione ad aver aderito alla campagna di sensibilizzazione schierandosi in prima linea per la riscossa di Milano.

In ordine alfabetico:

  1. Mattia Accarino,
  2. Marco Ambrosino,
  3. Enrico Bartolini,
  4. Andrea Berton,
  5. Cesare Battisti,
  6. Eugenio Boer,
  7. Fabrizio Borraccino,
  8. Daniel Canzian,
  9. Nicola Cavallaro,
  10. Roberto Di Pinto,
  11. Gianluca Fusto,
  12. Antonio Guida,
  13. Ernst Knam,
  14. Filippo La Mantia,
  15. Martina Miccione,
  16. Davide Oldani,
  17. MathiasPerdomo,
  18. WickyPriyan,
  19. Eugenio Roncoroni,
  20. Laura Santosuosso,
  21. Lorenzo Sirabella,
  22. Luigi Taglienti,
  23. Matteo Torretta,
  24. Viviana Varese,
  25. Simone Zanon,
  26. Andrea Zazzara

A loro è stato consegnato simbolicamente un grembiule da indossare per poi scattare una foto da pubblicare sui propri social insieme a un messaggio usando l’hashtag#milanokeepsoncooking (Milano continua a cucinare).

Così spiega Alessia Rizzetto, founder dell’omonima agenzia di comunicazione e PR:

“Crediamo sia più che mai opportuno sottolineare che Milano, città dinamica, creativa e produttiva per eccellenza, non si ferma, anzi continua a “cucinare” piatti, idee e opportunità, nonostante l’epidemia di Covid-19 ci abbia costretto giocoforza a cambiare per il momento il nostro stile di vita.

Ci prestiamo quindi a fare da cassa di risonanza a un messaggio di ottimismo che parta dai cuochi milanesi e che speriamo possa raggiungere il pubblico e le istituzioni, affinché torni l’entusiasmo nell’uscire di casa per godersi il piacere di un pranzo al ristorante e si attivi un supporto concreto e immediato al mondo della ristorazione in un momento di grande difficoltà come questo che stiamo vivendo”.

Nei prossimi giorni, inoltre, gli chef coinvolti nell’iniziativa saranno chiamati a realizzare delle video-ricette facilmente replicabili a casa, alle quali verrà data ampia diffusione attraverso l’account IG creato ad hoc (@milanokeepsoncooking).

Tutto questo per dimostrare a Milano, all’Italia e al mondo intero che la cucina e la creatività italiana non si fermano e non hanno alcuna intenzione di soccombere alla vera e propria campagna denigratoria messa in atto da alcuni media stranieri.

Storie di Cibo continua a raccontare le reazioni degli chef italiani. Forza Italia!

Chi volesse aderire può contattare direttamnete l'agenzia Alessia Rizzetto.
Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto