Le notti stellate all'Osteria del Forte - Storie di Cibo
A Milano Particolare di cucina e cocktail
20 Luglio 2020
MY WONDERLAND: il viaggio dolce e fantastico di Marco Failla
22 Luglio 2020

Prende il via una grande stagione di stelle dell’alta cucina con il calendario delle “Notti Stellate” lanciato da Palazzo Doglio e l’Osteria del Forte.

Una serie di cene a 4 mani tra l’Executive Chef dell’Osteria del Forte Alessandro Cocco e una serie di colleghi stellati.

Il format è quello delle “Cene a 4 mani”, in cui l’Executive Chef dell’Osteria del Forte, Alessandro Cocco, giovane promessa della cucina italiana cresciuto al Forte Village nella scuola di Gordon Ramsay e del tristellato Heinz Beck, dialogherà con celebri colleghi di fama internazionale per offrire al pubblico esperienze innovative di arte culinaria.

La location è la suggestiva cornice della Corte di Palazzo Doglio, palazzo aristocratico degli anni venti riportato all’originale splendore grazie al recente intervento di restauro e recupero dell’area.

Le notti gourmand più stellate di Sardegna si aggiungono all’esclusivo calendario dell’Osteria del Forte che, con il ciclo “Cantine alla Corte” in cui i piatti dello Chef Alessandro Cocco dialogano con i calici delle cantine sarde più rinomate, offre alla città un’estate di appuntamenti in cui la tradizione incontra la cucina contemporanea.

Ecco gli appuntamenti dell’estate all’Osteria del Forte:

  • 22 Luglio 2020: Cantina di Santadi – La Cantina di Santadi è ubicata nel Sulcis, zona sud-occidentale della Sardegna, in linea d’aria a pochi chilometri dalle meravigliose spiagge e dune bianche di Porto Pino. Nata nel 1960, nell’ultimo anno ha ricevuto importanti riconoscimenti nazionali quali il premio 5 Grappoli della Guida ai Vini d’Italia Vitae 2019 e i mitici Tre Bicchieri del Gambero Rosso nel 2019.
  • 23 luglio 2020: Alessandro Cocco & Matteo Grandi1 stella Michelin – Primo vincitore del celebre programma televisivo Hell’s Kitchen, nel 2015 apre il suo Ristorante Degusto a San Bonifacio (Verona), premiato con la prima stella Michelin nel 2019. Matteo Grandi inizia la sua avventura a Shanghai per poi incontrare il francese Jean Claude Fugvier che accompagnerà in diversi ristoranti della catena Park Hyatt, prima in Cina, poi in Kuwait e infine in India.
  • 27 luglio 2020: Alessandro Cocco & Alessandro Breda, 1 stella Michelin – Entrato nella brigata del Maestro della cucina italiana Gualtiero Marchesi, dopo le esperienze con lo chef Heinz Winter a Monaco di Baviera e presso l’Enoteca Pinchiorri, apre il ristorante Al Capitello, a Corbanese di Tarzo per poi approdare al suggestivo Gellius di Oderzo, in provincia di Treviso, dove conquista l’ambito riconoscimento.
  • 4 agosto 2020: Alessandro Cocco & Fabio Pisani, 2 stelle Michelin – Giovane chef che, assieme ad Alessandro Negrini, ha raccolto il testimone di Aimo e Nadia nella storica insegna milanese, membro Relais&Chateaux. Insieme a Stefania, figlia di Aimo e Nadia, i due chef sono gli eredi di quello stile unico capace di raccogliere in un gesto contemporaneo l’eredità della ricca storia gastronomica nazionale, arricchendola e stratificandola con nuovi significati.
  • 5 Agosto: Cantina Contini – Per quasi 120 anni un unico filo conduttore, rappresentato dalla Vernaccia di Oristano, ha caratterizzato il lavoro dell’azienda Contini. Negli anni la Vernaccia è stata affiancata da altre importanti produzioni, la Cantina Contini oggi è presente in Italia e all’estero con importanti riconoscimenti come la medaglia d’argento al Concorso Enologico “Decanter 2018” per il Pariglia Vermentino di Sardegna o la medaglia d’oro al Decanter World Wine Awards per la Vernaccia.
  • 12 agosto 2020: Alessandro Cocco & Andrea Berton, 1 stella Michelin – Berton inizia a lavorare in cucina negli anni ’90 prima da Gualtiero Marchesi e poi da Alain Ducasse. Nel 2005 inizia la collaborazione col Ristorante Trussardi alla Scala dove ottiene la prima stella Michelin nel 2008 e nel 2009 la seconda. Nel 2013 inaugura il ristorante Berton a Milano e nel 2014 ottiene una stella Michelin, che replica nel 2016 ad appena 9 mesi dall’apertura del Ristorante Berton al Lago presso l’hotel il Sereno sul lago di Como.
  • 19 Agosto 2020: Alessandro Cocco & Massimiliano Mascia, 2 stelle Michelin – Direttamente dal Ristorante San Domenico, Imola, due stelle Michelin dal 1977. Una passione per la cucina fin da quando seguiva dietro i fornelli lo zio Valentino Marcattilii per cogliere i segreti di un’arte che, dopo qualche anno, lo avrebbe portato nelle cucine del Ristorante Vissani e del Romano di Viareggio, nell’Osteria Fiamma di New York, dai francesi Bastide Saint Antoine e alla corte del pluristellato Alain Ducasse al Plaza Athenée di Parigi.
  • 26 Agosto: Cantine Surrau – I vigneti di Surrau si estendono nella parte più orientale della Gallura, in vallate soleggiate, accarezzate dal vento pulito del maestrale che spira dalle bocche di Bonifacio.  I vini prodotti dalle Cantine Serrau, ambasciatori della terra di Gallura nel mondo, vantano importanti riconoscimenti come i Tre Bicchieri del Gambero Rosso nei Vini d’Italia 2020 con il Vermentino di Gallura 2018.
  • 2 Settembre: Cantine Boni Mores – L’azienda agricola Montessu, in cui nasce il Carignano Boni Mores IGT, è immersa tra uliveti plurisecolari confinanti con le antiche Domus de Janas della necropoli di Montessu da cui l’azienda prende il nome, nel cuore del basso Sulcis.
  • 16 Settembre: Cantine Argiolas – Antonio Argiolas alla fine degli anni trenta ha fondato la Cantina. Per decenni l’ha fatta crescere, e ha continuato a essere presente anche quando ha passato il testimone ai figli. Oggi lavorano qui i suoi nipoti, la terza generazione della famiglia. Le Cantine Argiolas producono alcuni tra i più famosi e premiati vini sardi e sono considerate uno dei più rappresentativi produttori vinicoli in Sardegna.

Sarà un estate ricca e intensa, vivremo di storie di Cibo e di vino in questa location che amiamo particolarmente!

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto