Settimana della Cucina Italiana nel Mondo - Storie di Cibo
Pizza buona dentro e Fuorni!
15 Novembre 2018
Aromi in Olanda alla settimana della cucina italiana nel mondo
20 Novembre 2018

storiedicibo

Settimana della cucina Italiana nel Mondo: la dieta Mediterranea diffusa nel mondo dal 19 al 25 novembre.

La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo 2018 è la terza edizione di questo peculiare progetto internazionale, ideato e coordinato dalla Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Come per le precedenti edizioni, l’obiettivo della Settimana della Cucina italiana nel mondo 2018 è quella di promuovere all’estero l’agroalimentare e la gastronomia italiana di qualità, con particolare attenzione ai temi della sostenibilità, cultura, sicurezza alimentare, diritto al cibo, educazione, identità, territorio e biodiversità.

Anche la promozione turistica dei territori e degli itinerari dell’arte culinaria italiana, oltre alla valorizzazione della Dieta Mediterranea, che fa del nostro Paese uno dei più sani dal punto di vista delle abitudini alimentari, sono tra gli elementi caratterizzanti della Settimana della Cucina Italiana 2018.

Sono quasi 300 le sedi diplomatico-consolari e gli Istituti italiani di cultura, coinvolti nell’organizzazione e promozione della Settimana della Cucina Italiana 2018. Le attività previste, differenti in ogni paese sono oltre mille e comprendono seminari, conferenze, incontri con gli chef, degustazioni e cene, eventi di promozione commerciale, corsi di cucina, proiezioni di film e documentari legati al cibo, convegni, concerti, corsi di lingua e mostre fotografiche.

Con lo scopo di formare i talenti e fidelizzarli all’uso dei prodotti italiani di qualità nei 120 Paesi del mondo in cui si terrà la Settimana della Cucina Italiana 2018, verranno organizzati corsi, masterclass e ogni genere di attività (oltre mille in totale) dirette a promuovere e internazionalizzare la nostra cucina.

Migliaia di chef rappresenteranno la nostra tavola in giro per il mondo. Ad esempio Carlo Cracco porterà la cucina tricolore a New Delhi, in India, mentre a Miami saranno la Federazione Italiana Cuochi e gli Ambasciatori del gusto ad animare gli eventi in calendario.

Come indicato sul sito della Farnesina, gli assi portanti di questa terza edizione della Settimana della Cucina Italiana nel mondo sono i seguenti:

  • La promozione della Dieta Mediterranea e dei suoi ingredienti.
  • La valorizzazione degli itinerari enogastronomici e turistici regionali, anche in connessione con il 2018 Anno del Cibo.
  • La promozione con l’iniziativa “Pasta Pesto Day”, che a seguito della tragedia del Ponte Morandi promuove la più tipica ricetta nei ristoranti di tutto il mondo, nei quali una quota del ricavato sarà destinata al Comune di Genova.
  • Le connessioni con le celebrazioni dei Centenari Rossiniani, in occasione del 150° anniversario della morte del compositore, appassionato di cucina e noto gastronomo.
  • Le attività di formazione, con particolare attenzione al settore alberghiero, per sviluppare collaborazioni di lungo periodo tra cuochi italiani e locali.
  • La tutela e la valorizzazione dei prodotti a denominazione protetta e controllata unitamente ad azioni di diffusione dei metodi italiani di protezione dei marchi che sviluppino iniziative di contrasto al fenomeno dell’Italian sounding.

E’ interessante vedere come ci si organizza nei diversi paesi…qualche esempio:

  • come dicevamo Carlo Cracco in India: nei giorni 28 e 29 novembre lo chef spiega l’utilizzo e la reintepretazione delle spezie indiane nella cucina Italiana in una lezione mediatica. A seguire la serata di Gala, nei parchi dell’Ambasciata.
  • in Guatemala uno degli eventi di punta è la Cena di Gala preparata dallo Chef Bruno Brunori con piatti ispirati alle ricette del compositore Gioachino Rossini organizzato dal Club italiano di Città  del Guatemala.
  • in Bielorussia tra masterclass e lezioni, la dieta mediterranea viene celebrata a Minsk con una serata dedicata solo alla pizza con la presenza di noti pizzaioli italiani.
  • in Perù tra il resto si terrà una lezione a cura dei professori dell’istituto alberghiero I.I.S. “Giolitti Bellisario Paire” (Mondova¬) sul modello Italiano di servizio e cucina, con particolare riguardo all’impiattamento.

Buona settimana della cucina italiana, ovunque voi siate 😉

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto