La gastronomia ecologica del Flora Ristorante - Storie di Cibo
Culina Alpina, la “L” che fa la differenza!
18 Luglio 2018
La musica del cibo
20 Luglio 2018

La gastronomia ecologica del Flora Ristorante

I due fratelli Escalante al ristorante Flora di Busto Arsizio.

“FLORA è un mondo di sapori naturali. La nostra filosofia si basa sull’ottenere il meglio dai frutti che la natura circostante ci dona.
Collaboriamo con coltivatori, allevatori e caseari delle nostre terre per poter offrire un’esperienza pura e genuina.

Presentiamo ogni giorno 2 Menù Degustazione interamente costruiti con prodotti freschi e naturali. Alcuni ingredienti richiedono giorni di maturazione mentre altri vengono raccolti il giorno stesso del loro consumo.

Con la nostra personale forma d’espressione vogliamo comunicare una moderna tipologia di gastronomia ecologica

Così si presentano Riccardo e Gabriele sul loro sito, e così li si vive nel loro ristorante.

“Una moderna tipolgia di gastronomia ecologica”: è quella che da subito ti presentano, uno dalla cucina e l’altro dalla cantina.

I prodotti e i vini sono tutti provenienti da selezionati produttori della zona. Ogni minimo ingrediente, ogni singolo vino vuole celebrare purezza e genuinità.

Paroloni? Teorie? Potrebbe sembrare se non si prova questa cucina, che stupisce fin dalla prima portata:  un pane fatto in Casa con Lievito Madre accompagnato da una Crema di Borlotti, Basilico e Fiori di Borragine.

Deliziosa la crema , superlativo il pane, che continuava a terminare nel piatto e ad essere richiesto, perchè entrato a pieno titolo nella serie “mai più senza”!

La cena è proseguita con :

  • insalata di fagiolini, pesca ed emulsione al vino bianco (un accostamento fresco, intrigante e goloso)
  • barbabietola, olio allo zenzero e zucchine (delizioso l’olio allo zenzero abbinato alle due verdure)
  • Rotatuille estiva con salsa agrodolce al miele (una perfetta cottura distinta per ogni elemento del piatto)
  • Coscia di maiale, crema di albicocca e rosmarino (adorabile l’abbinameno della frutta alla carne)

La dolce conclusione è stata con un azzardato, almeno all’apparenza “Gelato al sedano rapa su salsa al ribes”. “Azzardato” perchè l’attesa era di un sapore forte del sedano rapa che non desse l’idea del dessert…e invece un gelato delicatissimo, su una salsa purissima e concentrata di freschi ribes….un perfetto matrimonio.

A conclusione della cena un caffè con petite madeleine, dal sapore “appena sfornate”.

Una proposta gastronomica innovativa, forse troppo per la piazza di Busto Arsizio? Non si sa, fatto sta che i due fratelli osano e fanno bene, anche perchè lo fanno consapevolmente, con testa e cuore, e con grande passione.

E soprattutto con competenza, data anche dalle esperienze importanti da cui provengono, nonostante la giovane età:

  • Gabriele arriva dalle sale del Villa Crespi di Antonino Cannavacciuolo
  • Riccardo dalla cucina del ristorante Acquerello di Fagnano Olona di Silvio Salmoiraghi e del ristorante Quay di Sydney

In comune, oltre al cognome, una grande voglia di mettersi in gioco, di creare, di far apprezzare la loro accurata selezione.

A me che piace giocare  e che apprezzo le sfide, questa mi sembra la situazione ideale: per quanto mi riguarda i “fanciulli” hanno tutte le carte in regola e anche qualche jolly ben giocato!

Per chi vuole mettersi alla prova in una degustazione che può spiazzare ma che alla fine colpisce, e colpisce bene, ecco il consiglio di un locale: il Flora Ristorante.

Per chi è milanese doc e convinto, l’esperienza vale l’uscita dalla città…anche più volte!

Per chi è della zona, approfittate di un locale di questo livello vicino a casa. Fidatevi!

Qui un video riassuntivo dell’esperienza, con una bella chiacchierata con lo chef Riccardo:

Ristorante Flora 
Via Gioacchino Rossini, 29. Busto Arsizio (Varese).
Tel. +39 348 073 8215  www.floraristorante.it
Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto