Tutti i gusti della nocciola di Villa D'Amelia, presentati a Torino - Storie di Cibo
Il Moro di Monza, menù di festa e di giovinezza
27 Novembre 2019
Sacco e Food pairing al Piano35 di Torino
28 Novembre 2019

Tutti i gusti della Nocciola, lunedi 2 dicembre a Villa D’Amelia, Benevello.

Il Tartufo Bianco d’Alba e le eccellenze enogastronomiche piemontesi incontrano la Nocciola Piemonte IGP delle Langhe con i piatti di  24 chef nazionali e internazionali.

Abbiamo già descritto l’evento nel dettaglio: Tutti i Gusti della Nocciola 2019

Questa mattina (27 novembre) l’appuntamento è stato presentato in conferenza stampa a Torino nella Sala Stampa della Regione Piemonte alla presenza di:

  • Fabio Carosso vicepresidente della Giunta Regionale del Piemonte,
  • Flavio Borgna presidente Ente Fiera della Nocciola e Prodotti Tipici dell’Alta Langa,
  • Mauro Carbone direttore Ente Turismo Langhe Monferrato Roero,
  • Liliana Allena presidente Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba

con la partecipazione dello Chef Damiano Nigro del Relais Villa d’Amelia.
 

E’ stato confermato il programma che prevede:

  • alle 17.00 la presentazione dell’Enciclopedia della Nocciola di Gigi e Clara Padovani, condotta da Paolo Vizzari , con una degustazione di nocciole da parte dell’esperta Irma Virzi
  • alle 19.00 la degustazione dei piatti dei 24 chef presenti, tutti realizzati per valorizzare la nocciola e, dove possibile, anche l’abbinamento con il tartufo bianco di Alba.

Una novità: la presenza dello chef tristellato Quique Dacosta (Quique Dacosta, Dénia, Spagna). che va ad aumentare il numero di stelle presenti in quella serata sotto il tetto del Villa D’Amelia!

Alla conferenza stampa di oggi hanno fatto le loro dichiarazioni i presenti al tavolo dei relatori.

Flavio Borgna, presidente Ente Fiera della Nocciola e Prodotti Tipici dell’Alta Langa, ha posto l’attenzione sulle caratteristiche fisiche  e tecniche del prodotto, definito “la nocciola più buona del mondo”:

“Il nostro ente si occupa, ormai da 10 anni, di promozione e valorizzazione della Nocciola Piemonte IGP, quale prodotto d’eccellenza delle colline dell’Alta Langa.

Gli studi scientifici da noi realizzati, in collaborazione con il professor Odello ed il prestigioso Centro Studi Assaggiatori di Brescia, ci hanno permesso di diffondere una comunicazione mirata che racconta le caratteristiche straordinarie di questo prodotto che, per finezza di gusto, aromi e sapori, rappresenta un ingrediente di qualità assoluta,  per trasformazioni sia dolci che salate.

Dopo lunghe battaglie, l’uso del nome “Langhe” si può utilizzare in un’area geograficamente identificata per cui solo i produttori che operano sulle nostre colline potranno produrre la Nocciola Piemonte IGP “delle Langhe”.

Questa iniziativa si colloca quindi in un momento cruciale che ci consente una nuova strategia di valorizzazione e comunicazione legando finalmente il prodotto al suo territorio”. 

L’idea straordinaria di questa celebrazione della nocciola è sottolineata anche da Fabio Carosso vicepresidente della Giunta Regionale del Piemonte:

“Bisogna  avere innanzitutto le idee giuste per fare azioni importanti di marketing e per esportare i nostri prodotti all’estero. Sono state fatte  ricerche scientifiche sulla nocciola ed è stato dimostrato che questo alimento può combattere il colesterolo. Abbiamo sempre più bisogno di imprese che aiutino i contadini a valorizzare i nostri prodotti”.

Parla di dati di un turismo enogastronomico in continuo aumento Vittoria Poggio, assessore alla cultura, al turismo e al commercio della Regione Piemonte:

“L’Amministrazione regionale sostiene gli eventi che puntano alla valorizzazione di cibi e vini del territorio, al fine di aumentarne il livello qualitativo e riuscire ad intercettare un pubblico sempre più interessato e qualificato.

Il cibo è cultura e i prodotti di eccellenza piemontesi sono il mix perfetto tra saperi e sapori ed il risultato di tradizioni che sono tramandate di generazione in generazione.

La trasmissione della cultura materiale ha permesso al Piemonte di arrivare ad oggi con un’offerta di grandi vini, materie prime di qualità ed un numero importante di osti e chef stellati che con sapienza le trasformano.

L’evento di Benevello è una bellissima sintesi tra tradizione ed innovazione, dando un contributo importante alla valorizzazione culturale e turistica del Piemonte”. 

Parlano di marketing startegico Giandomenico Genta e Giuliano Viglione, presidente e vice presidente della Fondazione CRC:

“Gli eventi di valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche sono oggi una leva strategica per far conoscere a un pubblico ampio le bellezze paesaggistiche e le ricchezze artistiche e culturali della nostra provincia.

Grazie a questo evento, che porta a Benevello alcuni tra i più riconosciuti chef italiani ed esteri, la Nocciola diventa l’ambasciatrice di un territorio, quello dell’Alta Langa, che mette a disposizione dei visitatori un’offerta turistica davvero unica e molto ampia”.

Roberto Bodrito, presidente Unione Montana Alta Langa si dichiara fiero della sinergia tra tutti gli attori del territorio, uniti per promuovere le nostre eccellenze con sempre piu’ qualita’ e internazionalità:

“Per il territorio dell’Alta Langa la nocciola rappresenta un punto di riferimento sia dal punto di vista economico e commerciale sia da quello turistico. Il valore in più che possiamo dare è la collaborazione tra di noi per esaltare territorio e prodotti”.

Luigi Barbero, presidente Ente Turismo Langhe Monferrato Roero racconta del passsaggio del ruolo della nocciola da protagonista della cucina tradizionale a elemento importante della cucina di alto livello:

“Langhe Monferrato e Roero si confermano anche in questa occasione luoghi di altissima enogastronomia, capaci di attrarre con i loro prodotti l’attenzione dell’alta cucina internazionale”.

E in conclusione di una straordinaria Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, giunta alla 89ima edizione, fondamnetali in questo caso i commenti della Presidente dell’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba Liliana Allena:

Siamo felici che il Tartufo Bianco d’Alba raggiunga l’Alta Langa e che venga utilizzato dal tristellato Quique Dacosta così come da altri 24 straordinari chef.

Siamo lieti di essere i promotori di un grande lavoro di squadra per porre l’accento sulla nocciola e sui prodotti del territorio, convinti del fatto che questo evento abbia il potenziale di crescita per valorizzare la bellezza del nostro Piemonte”.

Ricordiamo che l’evento è acquistabile direttamente in loco o fin da ora sul sito della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba al seguente link https://www.fieradeltartufo.org/eventi-fiera-del-tartufo/tutti-i-gusti-della-nocciola/
Il costo di 70 euro include una degustazione di ciascun piatto, di cui due con Tartufo Bianco d’Alba, vino e acqua.

Sarà emozionante prendere parte a questa festa, di valorizzazione di una Tonda Gentile che sempre più entra nella cucina stellata.

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto