Invito a nozze tra la fontina valdostana e il tartufo bianco d'Alba - Storie di Cibo
Vinum 2019 si presenta al Vinitaly
8 Aprile 2019
Sushi di formaggio per i primi 1000 giorni
9 Aprile 2019

Un matrimonio d’eccezione: Fontina della Val d’Aosta e tartufo bianco di Alba.

A Vinitaly, lunedi 8 aprile.

E’ stato presentato e sottoscritto lunedì 8 aprile, presso lo spazio istituzionale della Regione al Padiglione 12 di Vinitaly, a Verona, il protocollo d’ intesa tra l’assessorato regionale del Turismo, Commercio e Agricoltura, la Chambre valdôtaine, la Camera di Commercio di Cuneo, l’Ente Fiera nazionale del Tartufo bianco d’Alba, il Consorzio produttori e tutela della DOP Fontina, l’Ente Turismo Langhe, Monferrato e Roero e l’Office du Tourisme della Valle d’Aosta, per la realizzazione di attività di promozione e valorizzazione del binomio Fontina Dop-Tartufo bianco d’Alba.

L’assessore regionale al Turismo, Commercio e Agricoltura, Laurent Vierin ha espresso soddisfazione per la collaborazione avviata con gli Enti coinvolti nella sottoscrizione del protocollo,

che è un importante strumento per la valorizzazione e promozione del prodotto alimentare simbolo della Valle d’Aosta, la Fontina Dop, insieme al Tartufo bianco d’Alba, eccellenza alimentare conosciuta e apprezzata nel mondo”.

Le reciproche attività di organizzazione di eventi dedicati alla celebrazione di prodotti vedranno, in particolare, la partecipazione della Fontina Dop alla Fiera internazionale del Tartufo bianco d’Alba e del Tartufo al Modon d’Or, Concorso nazionale Fontina d’Alpage, due vetrine importanti anche dal punto di vista commerciale. La promozione integrata della Valle d’Aosta e del territorio delle Langhe, Monferrato e Roero attraverso la valorizzazione dei prodotti tipici di qualità si inserisce anche nelle azioni di promozione dell’offerta turistica, in un’ottica di sviluppo e incentivo a sempre maggiori traguardi di qualità.

Apertura in grande stile con il candidato alla Presidenza della Regione Piemonte Alberto Cirio, che ha sottolineato la grande valenza economica e sociale di questo accordo.

“E’ un piacere ed un onore essere tra i sottoscrittori di un protocollo d’intesa che sancisce la collaborazione per la valorizzazione  e promozione di prodotti e territori d’eccellenza”

ha dichiarato la Presidente dell’Ente Fiera nazionale del Tartufo bianco d’Alba Liliana Allena –

“La Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba è cresciuta molto nel corso degli anni ed oggi rappresenta una delle più importanti vetrine italiane per la promozione delle produzioni agroalimentari regionali. Per tali ragioni l’Ente Fiera è ben lieta di avviare una collaborazione con la Regione Valle d’Aosta, e gli altri Enti sottoscrittori per la promozione della Fontina DOP, prodotto d’eccellenza il cui  valore aggiunto è racchiuso nella cultura e nelle tradizioni che tramanda e nel legame con il territorio in cui nasce. Tali valori accomunano il Tartufo Bianco d’Alba e la Fontina DOP in un felice connubio che si esprime in modo sublime anche a tavola”.

Durante la presentazione del protocollo d’ intesa le Parti hanno evidenziato l’importanza della promozione e valorizzazione sinergica della Fontina DOP e del Tartufo bianco d’Alba, due prodotti di eccellenza che identificano non solo il prodotto ma un territorio, nello specifico la Regione Valle d’Aosta, la città di Alba e le colline di Langhe, Roero e Monferrato.

Particolare attenzione è stata dedicata agli aspetti di promo-commercializzazione che vedono coinvolte la Chambre valdôtaine des entreprises et des activités libérales e la Camera di commercio di Cuneo.

Il Presidente della Chambre Valdôtaine, Nicola Rosset ha  sottolineato l’importanza del protocollo siglato a Verona per la valorizzazione della Fontina e del Tartufo:

“Per la Camera di Commercio si tratta dell’unione tra due eccellenze che testimoniano l’unicità dei territori da cui originano e quelle ‘storie vere’ che sono alla base della loro produzione. Un’occasione per porre l’accento su produzioni di eccellenza che rappresentano al meglio i valori di attaccamento alla terra e di rispetto delle tradizioni, ma anche di costante ricerca della qualità e di capacità di innovazione, che identificano un valore aggiunto non solamente per questi due prodotti, ma per l’intera filiera produttiva locale”.

A margine della sottoscrizione del protocollo d’intesa sono state proposte, in collaborazione con l’Unione cuochi della Valle d’Aosta, alcune degustazioni preparate con prodotti di eccellenza dei territori della Valle d’Aosta e del territorio delle Langhe, Monferrato e Roero, al centro delle quali la Fontina Dop, il prodotto alimentare simbolo della Valle d’Aosta.

Positivo il commento di Livio Vagneur, Presidente del Consorzio Produttori e tutela della Fontina, che ha espresso soddisfazione per l’accordo in merito all’abbinamento della Fontina Dop con il Tartufo Bianco d’Alba con l’auspicio che la Fontina possa essere valorizzata presso i ristoranti di alta gamma che abitualmente presentano nei propri menu piatti con il Tartufo bianco d’Alba.

E già si preannuncia un evento ad hoc nella prossima edizione della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba: qualcosa di unico tra Piemonte e Valle D’Aosta per esaltare l’unione di sapori tra fontina e tuber magnatum pico.

Del resto la fonduta con tartufo non è nulla di nuovo, anzi!

Nadia Toppino
Nadia Toppino
Nata a Rho, viaggiatrice e girovaga per lavoro e per passione. Ho fatto mia una definizione che mi hanno affibbiato tempo fa : "ingegnere creativo" che lega alla perfezione i miei studi alla mia vera essenza. (creativa), che è quella che metto anche nella curiosità e scoperta di nuove storie di cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo Progetto